Roma, Fonseca alla Nainggolan: "In due anni vinciamo un trofeo"

Il nuovo tecnico giallorosso si dice sicuro di portare in bacheca in poco tempo una coppa: il rischio di ripetere un Nainggolan bis è alto...
23.08.2019 11:58 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: laroma24.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Roma, Fonseca alla Nainggolan: "In due anni vinciamo un trofeo"

ROMA, PARLA FONSECA - Sembra un po’ il “te fidi” di Nainggolan, una profezia “pesante” che prova a dare speranza alla Roma. Questa volta è il nuovo allenatore dei giallorossi, Paulo Fonseca, a sbilanciarsi a pochi giorni dall’inizio del campionato: "Credo che i risultati arriveranno in modo naturale. In due o tre anni riusciremo a conquistare un trofeo, ne sono convinto”. Cit. Da segnare e appuntare, magari avrà ragione lui. Certo che il rischio poi di fare la fine del Ninja, che sbagliò ogni previsione sul risultato del derby in Coppa Italia nel 2017, è alto.

LAZIO, FONSECA VERSO IL DERBY - La Lazio a Genova con la Samp, la Roma in casa con il Genoa. L’incrocio delle romane poi si perfeziona alla seconda giornata con il derby all’Olimpico. Fonseca ha già in mente come i suoi dovranno produrre calcio, contro chiunque: "Voglio che la mia squadra sia molto offensiva - dice Fonscea come riporta laroma24.it -, che giochi nella metà campo avversaria con la linea difensiva lontana dalla nostra porta. Ci stiamo preparando per far sì che questa sia la normalità e la realtà, però la Serie A è un campionato molto esigente, specie a livello tattico. Vogliamo avere una squadra sicura in difesa, però io dico sempre che il migliore modo di difendere è avere la palla. Credo che la Roma avrà la palla la maggior parte del tempo e per questo, difenderà meglio. Negli ultimi anni la squadra che ha vinto a Serie A è sempre stata quella che ha subito meno gol".

FONSCEA: “OBIETTIVO CHAMPIONS” - Ci sarà anche quest’anno una lotta Champions agguerrita: ”Tutti i club hanno fatto investimenti importanti, hanno grandi allenatori e calciatori top. Fondamentale per me è costruire una squadra che non guardi al nome degli avversari per sviluppare il suo gioco. L'obiettivo di questa Roma è tornare subito in Champions e credo che se giochiamo bene e saremo forti a tutti i livelli, gli obiettivi saranno più vicini. La Serie A ha esigenze tattiche enormi, è una sfida che mi motiva molto. Sono convinto che riuscirò a costruire una squadra coraggiosa, ambiziosa e che riempia di orgoglio i nostri tifosi”.

LAZIO, FORMELLO: LEIVA ASSENTE

LAZIO, LAZZARI: "PRONTO PER IL DERBY"

TORNA ALLA HOME PAGE