Lazio, Di Gennaro: "Vittoria perfetta, Reina è fondamentale"

L'ex giocatore è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio per commentare la vittoria dei biancocelesti sul campo dell'Atalanta
01.02.2021 12:15 di Tommaso Marsili Twitter:    vedi letture
Fonte: Lazio Style Radio
© foto di Federico De Luca
Lazio, Di Gennaro: "Vittoria perfetta, Reina è fondamentale"

La Lazio vince contro l'Atalanta e si rilancia verso la corsa per la Champions League superando proprio la squadra di Gasperini in classifica. In mattinata Antonio Di Gennaro, ex giocatore e ora commentatore tecnico, ha parlato alla radio ufficiale biancoceleste per commentare la gara della squadra di Inzaghi: "La vittoria di ieri è stata perfetta, la squadra non ha sbagliato niente. I biancocelesti hanno dimostrato il loro spessore tecnico anche grazie al rientro di pilastri come Luis Alberto e Leiva. Queste 5 vittorie consecutive hanno rilanciato i biancocelesti per un posto in Champions e vincere a Bergamo penso abbia dato forti motivazioni alla squadra". 

REINA - "Reina si sta dimostrando un regista aggiunto, pedina fondamentale per Inzaghi. Lui è uno dei più forti con la palla tra i piedi. Con il cambiamento del gioco, avere un giocatore come lui è importante. Difficilmente alla Lazio ho visto sbagliare acquisti". 

INZAGHI - "L'anno scorso la Lazio, senza il Covid, si sarebbe giocata lo scudetto: è una squadra forte ed è tutto merito dell'allenatore, di cui si parla poco. Penso sia necessario dare continuità al suo lavoro. In Italia abbiamo la brutta abitudine di cambiare tecnico quando le cose iniziano ad andare male. Sposa il modello di allenatore di livello elevato e ha acquisito tutto ciò con molta umiltà".

MURIQI - "Il Covid ha dato fastidio a parecchi, poi avere giocatori davanti come Correa e Immobile non è semplice inserirsi. Ora sta facendo bene. Tecnicamente non sarà come Caicedo o il Tucu, ma è il classico attaccante boa che detta i tempi e si inserisce ed è la pedina che mancava nel pacchetto offensivo laziale. La Lazio segna in tante situazioni differenti, uno come il kosovaro aumenta le possibilità di andare in rete". 

LAZZARI E LA NAZIONALE - "Lazzari in Nazionale? Dietro l'Italia gioca più sulla fascia sinistra, avendo davanti Insigne e Verratti in mediana. La difesa è a 4 e potrebbe essere frenato l'esterno laziale, ma Mancini non penso si precluda qualcosa".