Lazio, Sar-run: una marcia per l'arrivo di Sarri. Chiappaventi: "Un evento per divertirci"

Il noto giornalista di La7 e grande tifoso biancoceleste ha raccontato la sua iniziativa ai microfoni de Lalaziosiamnonoi.it
11.06.2021 07:30 di Edoardo Zeno Twitter:    Vedi letture
Fonte: Edoardo Zeno - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, Sar-run: una marcia per l'arrivo di Sarri. Chiappaventi: "Un evento per divertirci"

C'è grandissimo entusiasmo tra la tifoseria biancoceleste per l'arrivo di Sarri. Un entusiasmo che non si vedeva nell'ambiente da tantissimo tempo. Dopo l'addio complicato di Inzaghi, la Lazio ha deciso di puntare un top allenatore che, negli ultimi anni ha portato a casa uno Scudetto e un'Europa League. "C'è il fomento giusto che a Roma mancava dai tempi di Cragnotti" ha detto Guy Chiappaventi ai microfoni de Lalaziosiamonoi.it. Il noto giornalista di La7 e grande tifoso biancoceleste ha organizzato, per l'occasione, una corsa, o meglio una marcia per omaggiare l'arrivo del Comandante. Saranno invitati tutti senza limiti di età per un evento divertente per tutta la tifoseria laziale. Si partirà domenica 13 giugno alle 9 da Piazza San Giovanni sotto la statua di San Francesco. Di seguito le parole in esclusiva di Chiappaventi che ha raccontato l'iniziativa SAR-RUN e le sue impressioni sull'impatto che avrà Sarri con la Lazio.

SARRI - "Era il miglior allenatore che la Lazio potesse prendere. Per la prima volta dopo i fasti di Cragnotti la società fa un grande salto. Sarri è un tecnico con il quale la Lazio può scavallare e uscire dalle secche. Può tornare a competere ad alti livelli. E' il salto di Lotito dalla linea d'ombra, richiamando il libro di Conrad. E' un passaggio importante".

BEL GIOCO E MERCATO - "E' stato preso per questo. Penso che Sarri voglia cambiare modulo e cercherà giocatori adattabili alle sue idee. Non serve molto. Credo che la Lazio non abbia i giocatori giusti per giocare a tre in difesa. Sarebbero serviti se centrali forti e almeno quattro esterni forti e non li ha mai avuti. Sono abbastanza ottimista".

CORREA E LAZZARI - "Mi dispiacerebbe se dovessero andar via perché sono due giocatori molto forti. L'argentino è un giocatore validissimo fino al limite dell'area. Non è mai arrivato in doppia cifra ma lo considero molto forte. Lazzari anche è un elemento importante, soprattutto per Inzaghi. In una difesa a quattro, può avere qualche difficoltà in più. Sarri potrebbe addirittura pensare di metterlo più avanti anche se ha giocato terzino in Nazionale. E' possibile che se qualcuno deve essere sacrificato per arrivare ad altri profili, loro due siano i candidati principali. Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.

CHI PUO' BENEFICIARE DI PIU' DALLA GESTIONE SARRI? - "Immobile. Tutti ci ricordiamo l'Higuain a Napoli sotto la guida di Sarri".

SAR-RUN, UNA CORSA PER SARRI - "E' nato come un gioco. Si scherzava con degli amici di fare un ex voto se viene Sarri. Partiremo domenica 13 giugno da piazza San Giovanni alle 9. Non credo che arriveremo al Divin Amore perché poi diventa anche difficile tornare indietro. Vogliamo festeggiare l'arrivo del mister tutti insieme, ovviamente nel rispetto delle norme anti Covid, distanziamento e mascherine che verranno tolte durante la corsa. L'obiettivo non sarà fare dei record, si procede tutti insieme. E' un modo per divertirci perché a Roma c'è il fomento giusto che ci mancava da tanto tempo. Dico sempre che il calcio è un sogno. Il recupero settimanale della nostra infanzia. Facciamo una cosa un po' adolescenziale per stare insieme e divertirci. Può venire chiunque, non ci sono limiti di età. Non terremo un passo da record. Sono ammessi anche gli animali".

Pubblicato ieri alle 14:30