Lazio - Sampdoria, Ranieri: "Presi 5 gol, stiamo zitti e andiamo a casa"

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport e in conferenza stampa, il tecnico blucerchiato ha commentato la sconfitta contro la Lazio.
19.01.2020 06:50 di Tommaso Guernacci Twitter:    Vedi letture
Fonte: Valerio De Benedetti e Tommaso Guernacci - Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio - Sampdoria, Ranieri: "Presi 5 gol, stiamo zitti e andiamo a casa"

Una sconfitta netta, che non ammette repliche: intervenuto ai microfoni di Sky Sport, Claudio Ranieri ha commentato la debacle della sua Sampdoria contro la Lazio, complimentandosi ampiamente con i biancocelesti di Inzaghi: "I miei giocatori? Me li mangio vivi (ride, ndr). Non ci siamo stati, arrivavamo sempre secondi su ogni palla. Loro sono stati troppo bravi, troppa roba per noi. Complimenti alla Lazio e a Inzaghi, sta facendo un gran lavoro. La Lazio sa quello che vuole e come ottenerlo. Noi siamo stati poco squadra. Non accampo scuse, dò i meriti alla Lazio: è stata veramente forte, si è divertita in campo mentre giocava. In questo momento siamo in una situazione di classifica non abituale alla Sampdoria, dobbiamo sempre giocare con il coltello tra i denti e oggi non lo abbiamo fatto. La Lazio è da scudetto? Bisogna vederla un po' più avanti. Ora è in grande salute, le riesce tutto, gira a meraviglia. Bisogna vedere a marzo-aprile dove sarà. Perché fermarsi, perché non credere? Lavorare in silenzio e non precludersi nulla".

Il tecnico blucerchiato è poi intervenuto anche in conferenza stampa: “Ho applaudito Inzaghi al termine della partita. Era il minimo che potessi fare. La Lazio è stata bellissima, hanno giocato bene e si sono divertiti. Noi invece abbiamo fatto la peggior partita della mia gestione. Se non fai la gara perfetta contro queste grandi squadre, in un momento d’oro per loro, rischi che finisca in questo modo. Lazio come il mio Leicester? Dovrei essere nello spogliatoio della Lazio per capire se ci sia la stessa alchimia. Noi eravamo partiti per salvarci con il Leicester, la Lazio da anni è nelle zone alte. Sono undici partite che fa la differenza. Non siamo stati in grado di fermarli, quindi complimenti a loro".

Poi prosegue: "La Juventus e l’Inter stanno spingendo molto. Noi con il Leicester abbiamo avuto un anno in cui le grandi non erano così continue, ogni tanto facevano dei passi falsi. Noi non abbiamo mai pensato alla parola Scudetto se non nelle ultime settimane. Questa è una Lazio costruita bene, tassello dopo tassello e che gioca a memoria. Io non direi niente alla stampa, ma dentro di me ci spererei eccome. Lotito e Tare non sbagliano un colpo. Ora è un po’ criticato Berisha: quello è un ottimo giocatore, vedrete il prossimo anno quando si sarà ben ambientato". Poi conclude: "Abbiamo preso 5 gol, stiamo zitti e ce ne andiamo a casa". Una frase che ricorda il gesto di Totti in un Roma-Juventus di qualche anno fa. 

Lazio - Sampdoria, le pagelle de Lalaziosiamonoi.it

Lazio - Sampdoria: rivivi i gol con le urla di Zappulla

Clicca qui per tornare all'homepage del sito

Pubblicato il 18/01 alle 17:35