LAZIO STORY - 10 novembre 2002: quando un’ottima Lazio si fermò al palo contro il Parma

10.11.2018 12:00 di Alessandro Vittori Twitter:   articolo letto 2829 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
LAZIO STORY - 10 novembre 2002: quando un’ottima Lazio si fermò al palo contro il Parma

Vigilia di campionato per la Lazio, che domani alle 18 sfida il Sassuolo. Morale alto per i ragazzi di Inzaghi reduci dalla qualificazione ai sedicesimi di Europa League in seguito alla vittoria sul Marsiglia. Esattamente 16 anni fa i biancocelesti affrontavano un’altra emiliana, il Parma di Prandelli.

LAZIO - PARMA - Mancini sceglie un centrocampo di qualità rinunciando all’interditore. Al fianco di Stankovic si piazza Liverani, Fiore e Cesar sugli esterni a dar manforte a C.Lopez e Corradi. In difesa Stam terzino destro, Pancaro dalla parte opposta, Negro e Mihajlovic a protezione di Peruzzi. La Lazio parte forte e crea subito una serie di palle gol non sfruttate sugli attaccanti. Lo sforzo biancoceleste culmina con la concessione del rigore per mani in area di Adriano: Mihajlovic colpisce il palo e fallisce la più ghiotta occasione del vantaggio. Al 35’ altra svolta del match, Liverani lancia a gioco fermo la palla in faccia a Ferrari e viene espulso. Nonostante l’inferiorità numerica i capitolini tengono bene il campo, seppur in sofferenza sugli attacchi di Adriano e Mutu. Addirittura nel finale Corradi e Simeone, con Lopez in versione assit-man, hanno la palla della vittoria, bravo Frey ad ipnotizzarli. La Lazio raccoglie un punto, ma considerando la prestazione non può non esserci rammarico.