Milan - Lazio, Panico: "Partita cambiata dopo l'uscita di Correa. Acerbi un esempio"

15.04.2019 16:25 di Gabriele Candelori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Milan - Lazio, Panico: "Partita cambiata dopo l'uscita di Correa. Acerbi un esempio"

Un risultato amaro e un post partita pieno di discussioni. Per lasciare da parte le polemiche e concentrarsi sulla tattica, il Ct della Nazionale Under 15 Patrizia Panico ha commentato Milan-Lazio sulle frequenze di Lazio Style Radio 89.3: “Faccio fatica a vedere la Lazio da allenatore e analizzare l’aspetto tattico. La partita è stata molto equilibrata, Simone Inzaghi l’ha preparata molto bene soprattutto nel primo tempo. Correa ha dato profondità e imprevedibilità. Fino al cambio la Lazio ha fatto un’ottima partita, Caicedo purtroppo non ha quella caratteristica e il Milan ha continuato a giocare nella metà campo della Lazio. Mettendosi a tre Gattuso era in superiorità numerica dietro, e anche l’uomo in più in mezzo al campo ha dato fastidio. Gli allenatori sono disposti a cambiare la loro filosofia. Uomo su uomo si fa fatica, basta sbagliare un duello individuale”.

CHAMPIONS LEAGUE E ACERBI - “La Lazio non alzerà bandiera bianca fino alla matematica. Le cose si erano già aggravate prima del Milan, si poteva raccogliere di più con Spal e Sassuolo. Gli episodi arbitrali? E’ difficile non portarli dentro il campo. Da una sconfitta però si può e si deve trarre quello che di buono è stato fatto. Qualcosa non è andato come doveva: bisogna farne tesoro per ottenere la vittoria successiva”. Poi su Acerbi: “È un capitano, un campione in campo e fuori. Un giocatore leale, sportivo, coraggioso: è un esempio sia come calciatore che come uomo”.

CALCIOMERCATO, NAPOLI SU CORREA

ACERBI CONTRO BAKAYOKO, LE TAPPE

CLICCA QUI PER TORNARE ALL'HOMEPAGE