Fiorentina - Lazio, Giulio Falciai (FirenzeViola): "È un momento no per Pioli e i suoi, mentre Inzaghi..."

pubblicato il 9-3-2019 alle 19.45
10.03.2019 07:25 di Leonardo Giovannetti Twitter:   articolo letto 7922 volte
Fonte: lalaziosiamonoi.it
Fiorentina - Lazio, Giulio Falciai (FirenzeViola): "È un momento no per Pioli e i suoi, mentre Inzaghi..."

Si avvicina il prossimo importante impegno di campionato per la Lazio: domenica, al Franchi, i biancocelesti affronteranno la Fiorentina. La corsa Champions League è definitivamente entrata nel vivo, non si può sbagliare. Per parlare del match in programma e della situazione della squadra avversaria, lalaziosiamonoi.it ha contatto in esclusiva Giulio Falciai, redattore di FirenzeViola.it.

FIORENTINA – Non è un buon momento, la partita di Coppa Italia non è andata nel migliore dei modi: un 3 a 3 non può dare grande fiducia in vista del ritorno, Bergamo è uno stadio difficile per tutti e sarà una gara complicata. Proprio la Coppa Italia, però, potrebbe essere il modo più semplice di raggiungere l’Europa, visto che in campionato i risultati non sono esaltanti. Domenica è arrivata la prima sconfitta del 2019, sempre con la Dea. Per i giocatori potrebbe essere una spinta in più per fare meglio, ma il morale non è sicuramente alle stelle. Pioli l’aveva definita la settimana dell’anno: c’era l’Inter e la doppia sfida con l’Atalanta, e non è arrivata alcuna vittoria

LA DIFESA –Nella prima parte di stagione la Fiorentina riusciva a far bene in difesa ma presentava diversi problemi in attacco: Simeone non segnava, Chiesa faticava e Pjaca non ha dato quello che ci si aspettava. Ora sta accadendo il contrario. L’attacco con l’arrivo di Muriel è cambiato, mentre la difesa non gira più come dovrebbe. L’infortunio di Pezzella è stato un duro colpo, ma ha recuperato in tempi record. Ceccherini è una valida riserva ma ha dimostrato di non valere ovviamente Pezzella. Vitor Hugo non viene da buone prestazioni, anche in Coppa Italia non è riuscito quasi mai a contenere Ilicic”.

L’ATTACCO –La Fiorentina si presentava con un tridente che faceva brillare gli occhi dei tifosi: Simeone, Chiesa, Pjaca. Quest’ultimo non si è rivelato il giocatore visto in Croazia e con la Juventus, Simeone non ha fatto vedere le cose dell’anno scorso. L’arrivo di Muriel ha portato tanto all’attacco viola, sta facendo cose che forse nessuno si aspettava”.

LA PARTITA –La Fiorentina vuole far bene contro la Lazio, non ha mai battuto in casa una big. I pronostici non ci aiutano, nelle ultime 5 sfide ha sempre perso tranne che nel 2016/17. È una partita in cui ci sono sempre tanti gol, sono due squadre che segnano e concedono. La Lazio ha reagito benissimo all’eliminazione in Europa League, pareggiando 0 a 0 contro un Milan in palla e stravincendo un derby. Al momento la forma dei biancocelesti è migliore rispetto a quella dei viola. Ci sono tanti giocatori che possono mettere in difficoltà gli uomini di Pioli. Penso a Correa, che sta dimostrando le sue qualità. Immobile segna sempre alla Fiorentina, per non parlare di Milinkovic. Sono i tre giocatori da temere. Vitor Hugo, tra l’altro, ha dimostrato di non saper tenere molto bene calciatori con le caratteristiche del Tucu”.

LA CLASSIFICA –La Fiorentina ha perso tanti punti, spesso è stata rimontata. Sicuramente la corsa Champions non è al momento da considerare. Come detto, l’Europa League rimane l’obiettivo primario: più facilmente raggiungibile attraverso la Coppa Italia. Dovesse arrivare il terzo anno consecutivo senza Europa potrebbe essere messo in discussione anche lo stesso Pioli. I tifosi della Fiorentina sono molto pretenziosi, giustamente sarebbe una situazione difficile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge