Lazio a razzo, poi si spegne: l’Atalanta la ribalta e vince 3-2

25.06.2020 06:35 di Francesco Bizzarri Twitter:    Vedi letture
Fonte: Francesco Bizzarri - Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio a razzo, poi si spegne: l’Atalanta la ribalta e vince 3-2

Una mezz’ora super, poi si spegne. La Lazio va 2-0 dopo 12’. Gosens prima, Malinovskyi e Palomino dopo, stendono i biancocelesti. Il primo match della ripresa era iniziato bene: autogol di de Roon, super gol di Milinkovic. La carica finisce subito. Anche dal punto di vista fisico i ragazzi di Inzaghi subiscono molto.

PARTENZA SPRINT - Strakosha sbaglia, Zapata si divora subito il vantaggio. Ma come sta la Lazio? La risposta sta nei primi 12’. Discesa di Lazzari, palla dentro, de Roon la spara dentro la sua porta. Sono passati cinque giri di orologio, biancocelesti in vantaggio. All’11’, Milinkovic diventa il padrone della partita: tiro da fuori che va all’angolino alle spalle di Gollini. E due a zero. Immobile ha due volte l’occasione per fare il tris, ma anche l’Atalanta è pericolosa con Gomez. Il Sergente sta in palla, comanda lui a centrocampo. Sul finire del primo tempo poi, Gosens di testa accorcia le distanze. Lazzari lo marca da lontano, l’esterno atalantino ha tutto il tempo di mirare e piazzarla all’angolo.

LAZIO RIBALTATA - Parte forte l’Atalanta, la Lazio rimane sempre sotto la linea della palla. Djimsiti fa paura, non è il solo. Inzaghi toglie Correa, dentro Caicedo. Staffetta preannunciata. Fuori anche Cataldi per un problema alla caviglia, dentro Parolo. Poi al 66’ Malinovskyi sgancia il siluro: 2-2. Fuori Gosens e Zapata, dentro Castagne e Muriel. Entrano pure Bastos, Lukaku e André Anderson per Radu, Bastos e Luis Alberto. All’80’ Palomino fa il 3-2 di testa. Reazione biancoceleste, ma non basta. Il cammino in Serie A riparte da una sconfitta. La Juve va a +4.

Pubblicato il 24-06 alle 23.38