Lazio, Capua: "Sarri il meglio che si potesse avere. E Immobile sta crescendo ancora..."

16.06.2021 11:30 di Federico Marchetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Image Sport
Lazio, Capua: "Sarri il meglio che si potesse avere. E Immobile sta crescendo ancora..."

Ai microfoni di Radiosei è intervenuto il dott. Pino Capua, che ha commentato il clima che si vive nella Nazionale italiana e non solo: "Si respira l'aria di notti magiche, Mancini è riuscito a creare un gruppo di amici con un rapporto migliore ancora di un club. In Nazionale si parla tutti la stessa lingua, con la bandiera tricolore tatuata sul cuore. Tra quelli che giocano e quelli che non giocano c'è grandissima sintonia, c'è una situazione davvero ideale con giocatori che si sostengono. C'è anche una grande crescita di Ciro Immobile, che si sta sbloccando rispetto ai primi tempi in cui era spesso intimorito dalla maglia azzurra. L'altra sera ha fatto una partita straordinaria, un gol e un assist: sta diventando una specie di leader, anche se in questa squadra lo sono un po' tutti. Eriksen? Purtroppo quando si fanno valutazioni mediche per l'attività sportiva, oltre ai vari esami si conta anche la storia clinica del paziente. In anamnesi ora ci sarà un arresto cardiaco, difficilmente uno specialista si prenderà la responsabilità di farlo tornare a giocare, anche se probabilmente lui tornerà ad essere sano come fece Lionello Manfredonia. L'intervento di Kjaer è stato il più determinante, seguito dal massaggio cardiaco immediato e dall'utilizzo del defibrillatore. Lo hanno salvato, è stato un miracolo. Quel modo di proteggere il compagno da parte della squadra è stato una cosa unica, quei minuti sono il momento in cui ha riconquistato la possibilità di vivere. Una morte sul campo sarebbe stata una mazzata irrimediabile, per l'Europeo e per l'intero mondo del calcio. Per fortuna è andata così. Pallone d'Oro a Kjaer? Assolutamente sì, sarebbe un gesto simbolico e pratico perché questo ragazzo ha fatto una cosa unica al mondo. L'idea di Gravina di far esercitare i calciatori sul primo soccorso è ottima, a Coverciano lo faremo da subito".

LAZIO - "Io sono tra quelli che dice che Inzaghi ha fatto bene ad andare via per cimentarsi in una società importante come l'Inter, a prescindere dalle modalità: Inzaghi alla fine ha fatto ciò che era giusto per non rimanere un giovane allenatore cresciuto nella Lazio, senza avere mai il riconoscimento che ad esempio può avere Sarri. Mi auguro che Inzaghi sia applaudito quando verrà all'Olimpico, non dimentichiamo che quello che ha fatto lui per la Lazio forse lo ha fatto solo Maestrelli e bisogna dargliene merito. Chissà poi che un domani Inzaghi non possa rientrare dalla porta principale di Formello, magari dopo aver vinto una Champions con l'Inter. Sarri è il meglio che si potesse avere in questo momento, Lotito ha fatto la scelta migliore soddisfacendo le richieste del tecnico e adesso Sarri è proprio ciò che serve per rilanciare la Lazio all'estero. Lo farà con i risultati, anche la stampa negativa dovrà riconoscere i valori che questa squadra continuerà a portare avanti con Sarri".