Petrachi: "Immobile? Gli sconsigliai di andare all'estero. Sull'esperienza alla Roma..."

Le parole dell'ex direttore sportivo di Torino e Roma che ha raccontato di quando prima acquistò e poi cedette Ciro Immobile ai tempi granata.
10.04.2021 06:50 di Leonardo Giovanetti Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Petrachi: "Immobile? Gli sconsigliai di andare all'estero. Sull'esperienza alla Roma..."

Il direttore sportivo Gianluca Petrachi si è raccontato in una lunga intervista ai microfoni di Tuttomercatoweb.com. Tra i tanti temi trattati anche l'acquisto di Ciro Immobile ai tempi del Torino e la sua successiva cessione all'estero, oltre ai rapporti tesi con la Roma nella sua ultima esperienza.

SU IMMOBILE - “Immobile arrivò dal Genoa dopo aver segnato poco. Ci abbiamo creduto insieme a Ventura e poi è andato al Dortmund. Gli sconsigliati di andare all'estero, lui è uno per carattere e caratteristiche da Italia. Però è un campione, lui come Belotti che arrivò dopo che giocava e non giocava nel Palermo. Sono due ragazzi che hanno la sana e giusta cattiveria di cui parlo sempre: sono umili e questo li rende grandi. Poi sono uniti, amici, ed è bello che ci sia questa sana rivalità anche in azzurro”.

L'ESPERIENZA ALLA ROMA - “Credo che nella vita le separazioni consensuali siano quelle meno dolorose. Ognuno va per la propria strada, quando non c'è più amore finisce tutto. Solo che lì la separazione non è stata consensuale. La giusta causa non c'era e la giustizia l'ha dimostrato. Mi sono buttato a capo fitto in quel progetto, ho dato tutto e ci sono rimasto male. Ora però il tempo è passato, è stato galantuomo: la giustizia ha raccontato come sono andate le cose. E sono pronto, siamo pronti per un nuovo capitolo della nostra carriera”.

Pubblicato il 9/04 alle 13.45