Stadio Roma, presunta irregolarità nell'iter amministrativo: serve chiarezza

Il progetto ha saltato uno step della procedura: la procura ha ascoltato i due consiglieri municipali Barros e Mancuso.
17.05.2019 10:01 di Annalisa Cesaretti Twitter:    Vedi letture
Stadio Roma, presunta irregolarità nell'iter amministrativo: serve chiarezza

Il progetto per la costruzione dello stadio della Roma non è passato per la commissione urbanistica del Comune. La procura vuole vederci chiaro, ecco perché ieri il pubblico ministero Elena Neri ha deciso di convocare e ascoltare i due consiglieri Paolo Barros e Paolo Mancuso. Stando a quanto riportato dal Messaggero, la versione dei fatti di uno contrasta con quella dell'altro. Per il primo il mancato passaggio non era dovuto, per il secondo era obbligatorio. Insomma, il progetto sembra aver seguito un iter non proprio chiaro, forse al fine di accelerarne le tempistiche. E a infittire l'alone di mistero è la sera nella quale, in via non ufficiale, la sindaca Virginia Raggi avrebbe incontrato Barros e il minisindaco dell'Eur Dario D'Innocenti per discutere proprio del progetto di Tor di Valle. Mancuso, che non era presente, avrebbe comunque confermato al pm che l'incontro di cui si vocifera, in realtà, sarebbe più effettivo che presunto. A breve, quindi, anche D'Innocenti verrà convocato per raccontare quanto accaduto in quella serata.  

Lazio, Lotito mette nel mirino Cragnotti

Lazio, Acerbi quarto in Europa per minuti trascorsi in campo

Clicca qui per tornare alla home page