Premier League, Kean entra e viene sostituito dopo 19': la spiegazione

Durante Manchester United - Everton di Premier League, Moise Kean è uscito a soli 19' minuti dal suo ingresso in campo. Ecco perché.
15.12.2019 21:30 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Premier League, Kean entra e viene sostituito dopo 19': la spiegazione

Per un calciatore, poche altre cose al mondo sono spiacevoli come entrare dalla panchina per poi essere nuovamente richiamati a sedersi. Specie quando stai giocando un big match e alla base della tua sostituzione non risiede alcun motivo apparente. Né un infortunio, né una qualsivoglia manifestazione di eccessivo nervosismo. Ed è proprio quello che è successo a Kean, attaccante dell'Everton e dell'Italia Under 21, durante la sfida di questo pomeriggio contro il Manchester United. I Toffees (quintultimi in Premier League, ndr) stavano incredibilmente comandando la partita dell'Old Trafford grazie all'autorete di Lindelof quando, al 70', Ferguson decide di far entrare Kean. L'ex centravanti della Juventus scalpita, non ha ancora segnato un gol in 13 presenze e ha voglia di mettersi in mostra in uno dei più famosi templi del calcio mondiale. Ma non è così che andrà. Il pari United infatti non tarda ad arrivare e nel finale di partita, per far scorrere i secondi e salvaguardare il pareggio, il tecnico dell'Everton decide di effettuare un cambio: fuori Kean, dentro Niasse. L'azzurrino è più sconsolato che contrariato, sono passati solo 19' minuti dal suo ingresso in campo e per questo esce a testa bassa percorrendo mestamente tutta la linea del fallo laterale. “Non ho sostituito Kean per la sua prestazione, ma ho voluto fare un cambio per perdere un po' di tempo” - ha detto nel post-partita Duncan Ferguson, tecnico dell'Everton - “Ho scelto di togliere Moise perché avevo ancora tanti attaccanti in panchina. Niente di personale contro di lui”. Comunque, chissà come l'avrà presa Kean (spoiler: non bene). L'azzurro appare da tempo molto deluso da questa esperienza inglese e - si dice - sarebbe già con le valigie in mano. A quello ci penserà Raiola. Per il momento Moise non può far altro che scuotere la testa.

CAGLIARI - LAZIO: LA CONFERENZA STAMPA DI SIMONE INZAGHI

ROMA - LAZIO: PARTE LA VENDITA DEI BIGLIETTI

TORNA ALLA HOMEPAGE