Presunti cori razzisti, Diaconale: "Lazio vittima del pregiudizio, ma noi non dobbiamo prestare il fianco"

Pubblicato il 14 ore 10
15.01.2019 07:10 di Federico Marchetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Presunti cori razzisti, Diaconale: "Lazio vittima del pregiudizio, ma noi non dobbiamo prestare il fianco"

Continua a far discutere l'esagerata esposizione mediatica concessa ai presunti cori antisemiti - per cui sembra che non ci sarà neanche una sanzione - ascoltati durante Lazio - Novara. Dopo essere prontamente intervenuto sulla questione al termine del match, il portavoce della Lazio Arturo Diaconale è oggi intervenuto ai microfoni di Radio Incontro Olympia sul tema: "Dopo i fatti di Lazio-Torino, per i quali tutti sappiamo che Lotito per un solo sguardo verso il direttore di gara è stato sanzionato, il presidente biancoceleste non può muoversi né tantomeno parlare essendo nel mirino per il suo rilievo sia politico che mediatico. Indi per cui, l'intento deve essere quello di preservarne la posizione e l'immagine insieme a quella della Lazio e dei suoi tifosi che, oramai è assodato, subiscono un pregiudizio da parte dell'opinione pubblica generale. Ciò che è accaduto durante Lazio-Novara mi fa pensare ad una psicosi giornalistica in questo caso di un organo importante quale è l'Agenzia Ansa che per paura di bucare una notizia ne dà un eccessivo ed errato risalto. Certo è che noi laziali, come purtroppo accaduto con i fatti di Piazza della Libertà, non dobbiamo prestare il fianco, cadendo nel tranello in cui ci attendono".