Lazio, De Angelis: “Immobile? È straordinario, spero giochi fino a 40 anni”

Gara intensa per i biancocelesti a Bergamo che si è conclusa con un pareggio, ne abbiamo parlato con Guido De Angelis in esclusiva ai nostri microfoni...
01.11.2021 07:15 di Lalaziosiamonoi Redazione   vedi letture
Fonte: Martina Barnabei - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, De Angelis: “Immobile? È straordinario, spero giochi fino a 40 anni”

All’indomani della gara tra Lazio e Atalanta è intervenuto ai nostri microfoni Guido De Angelis. Il noto giornalista parlerà in modo più approfondito del pareggio arrivato al Gewiss Stadium nella sua trasmissione “Lazialità” in onda domani a partire dalle 21 su GoldTv (canale 17 del digitale o in streaming sul sito dell'emittente). Ospiti della puntata, due ex biancocelesti: Matuzalem e Ledesma. Nel frattempo, ecco le sue parole: “La Lazio è un cantiere aperto, si sta iniziando a vedere il primo piano di questo palazzo che Sarri sta costruendo. Serve tempo ma ieri la Lazio ha protetto il suo primo piano mettendo le inferriate nel senso che si è molto concentrata è rimasta compatta e ha protetto la sua casa. Finalmente hanno giocato anche giocatori che avevano difficoltà oggettive a offendere e proteggere, sono stati uniti concentrati e compatti in un campo difficile. La squadra ha sfiorato una grande vittoria che sarebbe stata meritata. Speriamo che sia l’inizio di un atteggiamento diverso quando giochiamo in trasferta. Perché in trasferta, in questa prima fase abbiamo sempre sofferto mentre in casa le cose vanno molto bene. Ieri abbiamo incontrato una nostra diretta concorrente”

LUIS ALBERTO – “Volevamo capire se la Lazio anche con Luis Alberto in campo e con giocatori che hanno molta qualità spesso calano e non sanno difendere e ieri finalmente anche lui ha capito cosa vuole Sarri. È una grande chance per lui, per completarsi perché tendeva a non difendere come altri giocatori. Siamo una squadra d’attacco, atteggiamento più offensivo che difensivo avendo anche Pedro e Anderson”

IMMOBILE“Le prestazioni di Ciro sono di un giocatore straordinario. Ha raggiunto Piola, è il centravanti della nazionale più forte degli ultimi anni è il bomber più forte degli ultimi anni. Non ci sono più parole, ha vinto anche la Scarpa d’Oro. Ha raggiunto tante cose della storia della Lazio sicuro ma anche del Campionato italiano. Speriamo che possa giocare fino a quarant’anni. Corre troppo, ieri avrà fatto 15 km questa è l’unica preoccupazione che ho per lui. Senza Ciro la Lazio perde il 30%”

CATALDI – “La grande sorpresa. Sono due partite in cui finalmente ha capito cosa deve fare, è la sua grande occasione. Il treno sta ripassando per lui con Sarri che gli sta dando la grande occasione a ventisette anni di prendersi il centrocampo e mandare in panchina Leiva. Speriamo che sia la volta buona per lui”

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOME PAGE

Lazio, Reina colpito da una monetina: l'Atalanta rischia il 3-0 a tavolino?

Marsiglia - Lazio, dove vedere la partita in tv e in streaming

Pubblicato ieri alle 14:30