Lazio, cresciuto il valore del club in un anno. Ma le perdite peseranno per tutti...

28.05.2020 09:30 di Francesco Tringali   Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, cresciuto il valore del club in un anno. Ma le perdite peseranno per tutti...

La nuova ricerca di Kpmg, che calcola l’Enterprise Value, il valore d’impresa, dei 32 migliori club, l’élite del calcio europeo, racconta che esso è cresciuto per il quarto anno consecutivo, cioè da quando lo studio viene elaborato: +12% al 1° gennaio 2020 rispetto al 1° gennaio 2019. La cattiva notizia è che per la prima volta nella Top Ten delle società più pregiate non figura nessuna italiana: la Juventus, che era decima, è scivolata di una posizione, nonostante un aumento del 12%, cioè in perfetta media europea, del suo valore d’impresa che ora viene fissato in un miliardo e 735 milioni di euro. La Lazio in questa classifica si stabilizza al 28° posto, con una crescita rispetto al 2019 dell'11% e un valore d'impresa di 328 milioni di euro.

L’analisi Kpmg si basa su un algoritmo che tiene in considerazione dati e informazioni di carattere finanziario e non solo, naturalmente anche valutazioni sportive, riporta la rassegna stampa di Radiosei. I parametri base sono relativi alla redditività dei club, al loro potenziale calcistico, alla popolarità a livello social, al valore dei diritti televisivi e a quello di mercato dei giocatori, al costo del lavoro, alla proprietà degli stadi e al loro riempimento. Seconda squadra italiana, dietro la Juventus si sta facendo largo a grande velocità l’Inter. Il club nerazzurro è ora al 14° posto della classifica europea, Disastrosi, al contrario, i numeri del Milan: è l’unica società, fra le 32 migliori d’Europa, ad avere visto diminuire il proprio valore negli ultimi quattro anni (-3%). Oggi il suo valore è crollato a 526 milioni (22° in classifica), inferiore a quelli di Roma (602 milioni e +17% rispetto al 2019) e Napoli presenti in classifica al 16° e 17° posto, mentre la Lazio si sistema in 28a posizione. Kpmg si è già cimentata in una ricerca sulle conseguenze della crisi sul valore di mercato dei calciatori, stimando un calo del 26,5% in caso di cancellazione della stagione in corso e del 17,7% se si riuscisse a riprendere e concludere i campionati. La perdita in Borsa delle società quotate più importanti, Manchester United e Juventus, già si aggira intorno al 20-25%, e per la prima volta l’anno prossimo dovremo analizzare la decrescita del valore delle società.