Salernitana, Lotito: "I giocatori della Lazio qui non ci vogliono venire"

Al termine della vittoria ai rigori contro il Venezia che ha dato la permanenza in Serie B ai granata, ha parlato il presidente della Lazio.
10.06.2019 07:26 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi
Salernitana, Lotito: "I giocatori della Lazio qui non ci vogliono venire"

La Salernitana è salva e resta in Serie B, decisivi i calci di rigore contro il Venezia. Alla fine dell'incontro ha parlato il presidente Lotito ai microfoni dei cronisti presenti: "Si vince e si perde tutti insieme. Sono venuto con il pullman della squadra, ho parlato ai calciatori e ho chiesto loro di giocare fino all’ultimo minuto perché ci giocavamo tutta la nostra credibilità. Avere un ambiente ostile non ha aiutato la squadra che ha dimostrato determinazione. Abbiamo giocato una partita intera in dieci, abbiamo dimostrato di avere una società dietro, perché io sto qua. Mi auguro che questo sia di lezione a tutti. Questa è una squadra che aveva qualità. I tifosi devono capire che possono criticare ma lo facessero con me che metto l’impermeabile estate-inverno. Nessuno è privo di colpe, nessuno. La sofferenza è arrivata perché questa squadra era stata costruita per i playoff, compromessi da un blackout generato da un ambiente ostile che ha minato la serenità attorno alla Salernitana”. 

RETROSCENA MICAI - "Oggi è capitato un episodio: quando Micai tra primo e secondo tempo voleva uscire, io sono andato lì e ho detto dategli acqua e zucchero, perché tu giochi e ci farai vincere la partita. Sono stato qui, ho subito epiteti, perché qua vorrebbero che la società se ne andasse. Menichini ha un contratto che se fosse rimasto in serie B, sarebbe stato rinnovato in automatico. Menichini ha creato il clima giusto e ha messo le persone al posto giusto. Orlando non giocava più, Djuric ha dato il massimo, Odjer, Di Tacchio. Da oggi, però, deve cambiare il sistema. Non è pensabile che la Salernitana con ruoli istituzionali e peso debba difendersi perché ci sono persone che strumentalmente agiscono a danno del club". 

ASSE LAZIO-SALERNITANA - “Questa è una battaglia vinta dalla società, dallo staff, dalla squadra da tutti quanti”, continua. “Lo dimostra il sacrificio che oggi si è visto sul campo. Si ripartirà con una nuova stagione memori di questa situazione. Mi auguro che chi ha messo in atto queste iniziative la smetta se no ognuno si regolerà: ‘nemo propheta in patria’. Io ho investito tanto, ma i giocatori della Lazio non ci vogliono più venire in prestito qui perché sentono un clima non favorevole”.

Sky: "Tare resta alla Lazio"

Durmisi: "Non me ne vado"

TORNA ALLA HOME PAGE

Pubblicato il 09/06 alle ore 22:27