Una Lazio da "Non mollare mai", per continuare a sognare...

Pubblicato ieri alle 15:03
12.02.2018 07:35 di Alessandro Zappulla  articolo letto 8393 volte
Fonte: Alessandro Zappulla - Lalaziosiamonoi.it
Una Lazio da "Non mollare mai", per continuare a sognare...

Non mollare mai, é l'urlo di battaglia della Nord. Non mollare mai é l'essenza più profonda dell'essere laziale. Non mollare mai é il diktat che oggi Inzaghi pretende dai suoi ragazzi. Colpita, sconfitta, affaticata: oggi la Lazio é una creatura ferita, che prova a rialzarsi, che deve ripartire. Chi sceglie l'aquila sul petto sa di volersi affermare attraversando le tempeste del destino, affrontando mille difficoltà. Napoli-Lazio prova di forza culminata in una sonora sconfitta. Napoli-Lazio sintesi di una schiacciante superiorità dei partenopei. La Lazio é stanca. La Lazio ha collezionato tante sconfitte quante quelle incassate in un intero girone. Il precipizio fra la mediocrità e il successo spaventa. Il timore fa rumore. Riecheggia come gli antichi fantasmi del passato. É pronto a trascinare negli inferi il volo dell'aquila come spesso è accaduto nelle passate stagioni. Ma oggi è diverso, deve esserlo per forza. "Era utopia pensare di avercela fatta a gennaio... bisognerà lottare sino a maggio", testo e musica di Marco Parolo che di questa squadra è una delle anime più profonde. Ieri il coraggio della Lazio è durato appena un tempo e nulla ha potuto contro lo strapotere del Napoli. Forse si sarebbe potuto fare di più, appellandosi al principio di coerenza ed equilibrio a cui fa riferimento lo stesso Parolo: "O siamo troppo belli o troppo brutti, va trovata la via di mezzo...". Il deficit caratteriale di tenuta ha fatto scopa con qualche mancanza "tecnica" riscontrabile in alcuni settori (vedi la difesa). Tuttavia, a prescindere dagli errori dei singoli, i troppi gol subiti dalla Lazio richiedono anche un approfondimento tattico. Giusto confermare la fiducia nel modulo che ha fatto decollare i biancocelesti in zona Champions, ma è lecito talune volte metterlo in discussione. Cambiare qualcosa, tentare delle varianti di gioco, può arricchire le possibilità laziali nella corsa alla coppa che conta. Inzaghi riflette. Inzaghi é pronto a ripartire. La Lazio é ad un bivio e nessuno vuole intraprendere la direzione sbagliata. "Vogliamo rimanere in zona Champions fino alla fine" ribadisce il tecnico. Pronti a innestare nuovamente la marcia e soprattutto a "Non mollare...". La Lazio vuol continuare a stupire. Fino alla fine.