Coronavirus / Lazio, anche nel 73/74 campionato a rischio per il colera. Ma poi... - FT

24.02.2020 07:00 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Coronavirus / Lazio, anche nel 73/74 campionato a rischio per il colera. Ma poi... - FT

L’arrivo del coronavirus in Italia, che ha già causato due morti accertate e più di cento contagi, ha creato una vera ondata di paura nel nostro paese, a cui non è rimasto indifferente neanche il mondo del calcio. Alcune partite in programma nel corso di questo week-end sono state rinviate a data da destinarsi e, da più parti, si parla dell’ipotesi di giocare alcune gare a porte chiuse, senza la presenza ed il calore dei tifosi tra le gradinate dello stadio. I dibattiti creati dalle notizie sul virus, l’impatto mediatico e le conseguenze che il tutto sta avendo all’interno della popolazione, fa tornare alla mente un precedente.

PRECEDENTE - Era il 24 agosto del 1973, e a Torre del Greco, circa quindici chilometri a sud di Napoli, furono registrati due casi di gastroenterite acuta. Il 28 agosto, quattro giorni dopo il primo caso, il Ministero della Sanità confermò che si trattava di un’infezione di vibrione colerico. Tra le strade si fecero largo scene di terrore, file chilometriche, una forte psicosi investì la città. Nel solo ospedale di Cotugno si registrarono oltre mille ricoveri e nel giro di una settimana, con la più grande operazione di profilassi condotta dopo la fine del Secondo conflitto mondiale, furono vaccinati un milione di napoletani.

CAMPIONATO - Il campionato di calcio, dalla sua, fu a serio rischio sospensione, ma alla fine non ne fu intaccato in modo grave. Quella stagione, 1973-74, si concluse con la vittoria della Lazio, che si laureerò campione d’Italia. Sono passati più di quarant’anni, ed un’altra epidemia (che tutti noi speriamo termini il prima possibile con un numero contenuto di vittime, ndr) preoccupa l’Italia. Ma i punti in comune potrebbero non esser finiti. Quell’anno i biancocelesti terminarono primi in classifica a maggio. Ora sono al secondo posto, ma la vetta è ad un solo punto…

Pubblicato il 23/02 alle ore 20:30

Coronavirus, Malagò: "Navighiamo a vista. Gare a porte chiuse? Ipotesi presa in considerazione..."

Lazio senza freni: 3-2 al Genoa, il sogno scudetto continua

TORNA ALLA HOMEPAGE