Eriksson: "Nella Lazio c'è tranquillità, Scudetto possibile. Il derby è il derby..."

"La stabilità nel calcio è rara ma è molto importante: non solo nella Lazio sono rimasti più o meno tutti gli stessi giocatori ma anche l'allenatore".
20.01.2020 11:45 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Eriksson: "Nella Lazio c'è tranquillità, Scudetto possibile. Il derby è il derby..."

Martellato di chiamate, di nuovo sulla cresta dell'onda. Merito suo, all'epoca, e di Simone Inzaghi oggi. Allievo che ha superato il maestro, Sven-Goran Eriksson. Record su record, trofei. Mancherebbe "solo" l'affermazione europea e quel sogno, lo Scudetto, che la Lazio di oggi sta coltivando. Segretamente, tra la Champions e un'asticella che ha voglia di alzarsi ancora. Intervenuto a Radio Anch'io Sport, Eriksson ha confermato il proprio pensiero sui biancocelesti. Ecco le sue parole, anche sul derby di Roma: "La Lazio sta andando fortissimo e sta giocando un gran bel calcio. Non ho visto tutte le partite, ma quelle che ho visto mi sono piaciute molto". Inzaghi sta per battere lo svedese anche per numero di vittorie sulla panchina della Lazio (100 a 106 per ora, ndr): "Mi fa piacere, i record sono fatti per essere battuti" - ha detto Eriksson - "Il fatto che Simone sia diventato un grande allenatore per me è una bella bella sorpresa, a differenza di Simeone e Mancini, non me l'aspettavo quando era un giocatore. Sta pero' dimostrando di esserlo, settimana dopo settimana, e gli faccio i complimenti".

STABILITÀ E TRANQUILLITÀ - "La stabilità nel calcio è rara ma è molto importante: non solo nella Lazio sono rimasti più o meno tutti gli stessi giocatori ma anche l'allenatore, che è il primo che paga quando una squadra va male, è sempre lo stesso. Inzaghi sta lì da anni e sta guidando la squadra alla grande. Scudetto? Se vince la partita con il Verona è secondo in classifica dietro alla Juventus. Tutto è possibile. Mi auguro e penso che la Lazio possa lottare per il titolo: sembra essere una grande squadra, tutto va bene e c'e' tranquillità. Da fuori sembra così. La Juve ha l'abitudine a vincere e questo è un grande vantaggio, ma quest'anno, dopo tanti Scudetti facili, per lei sarà più difficile contro squadre come Lazio e Inter". Infine, una battuta sulla Roma e sul derby: "Sembrava essere sulla strada della Lazio, vicino alla Juve, ultimamente ha perso qualche punti ma sta andando abbastanza bene. Il derby di domenica? Sarà una partita molto importante per entrambe: la Lazio per lo scudetto e la Roma per stare vicina alla vetta. Il derby è un derby, non si sa mai chi vincerà".

LAZIO, LA DIRETTA DEL CALCIOMERCATO

NAPOLI - LAZIO, L'ARBITRO DEL MATCH

TORNA ALLA HOMEPAGE