Italia, Chiesa: "Siamo qui per arrivare in fondo. Galles? Ci darà battaglia"

Federico Chiesa è intervenuto in conferenza stampa a due giorni dalla gara contro il Galles con cui l'Italia chiuderà il girone di Euro 2020.
18.06.2021 15:30 di Leonardo Giovanetti Twitter:    vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Italia, Chiesa: "Siamo qui per arrivare in fondo. Galles? Ci darà battaglia"

Nella conferenza stampa odierna per la Nazionale è intervenuto Federico Chiesa. La squadra di Mancini ha iniziato alla grande con due vittorie su due e domenica chiuderà il proprio girone contro il Galles. L'esterno della Juventus non ha trovato molto spazio nelle prime due gare ma la prossima potrebbe essere la sua occasione da titolare: "Il mister ci chiede di stare pronti. Quando mi chiamerà in causa mi farò trovare pronto ma come ha detto lui, siamo tutti titolari e dobbiamo star pronti per giocare. C'è da continuare su questa strada, anche se lo score è da migliorare. Il mister prende in considerazione tutti i 26. Dobbiamo stare tutti pronti, non ci sono 11 titolari ma 26 titolari, dobbiamo essere pronti. Ognuno è importante per raggiungere l'obiettivo ma serve dare tutti una mano in un determinato momento. Siamo qui per arrivare in fondo, per arrivare a un grande sogno".

IL GALLES - "E' forte, tenace, ci darà battaglia sicuramente. Ha dei giocatori importanti di livello internazionale su tutti Gareth Bale. Ramsey è un giocatore sopra la media, intelligentissimo. Forte tecnicamente, l'ho apprezzato fuori e in campo, ha avuto tanti infortuni. Ma ha sempre dato il massimo. E' anche un amico. Ho un ottimo rapporto con lui ma non mi sto messaggiando adesso con lui. Francia e Belgio? Per arrivare fino in fondo serve affrontare queste nazionali e ce la giocheremo. Possiamo giocarcela con tutte, il gioco è bellissimo, non serve paura di queste Nazionali ma vogliamo affrontarle per vedere a che livello siamo".

SU ERIKSEN - "La situazione di Christian ha colpito tutti. Avevamo appena finito l'amichevole, abbiamo iniziato a sperare che tutto finisse nel meglio per il ragazzo e alla fine è stato così. Mi ha fatto ripensare a momenti brutti, a Davide (Astori, ndr) ma il ragazzo sta bene e gli auguro una pronta guarigione".

SU BONIPERTI"A nome di tutta la squadra volevo fare le condoglianze alla famiglia di Boniperti. E' scomparsa un'icona del calcio italiano e mondiale".