Lazio - Bologna, Armini: "Con questo esordio ho coronato un sogno"

21.05.2019 07:15 di Federico Marchetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio - Bologna, Armini: "Con questo esordio ho coronato un sogno"

Al termine di Lazio - Bologna, un emozionato Nicolò Armini è intervenuto ai microfoni dei cronisti presenti in zona mista: "Una stagione personalmente ottima: abbiamo centrato l'obiettivo di tornare in Primavera 1, ho esordito in Europa League e in Nazionale Under 19. Stasera ho coronato un sogno davanti al mio pubblico, esordire così è stato bellissimo. Il prossimo anno? Voglio far bene in Primavera 1, poi quello che verrà verrà. Il terzo gol del Bologna? Non so cosa sia andato a vedere l'arbitro, io ho sentito una gomitata ma se lui l'ha visto così è andata così. Inzaghi mi ha detto di tenermi pronto e mi ha chiamato tre minuti dopo l'inizio del riscaldamento, non mi sembrava vero. I compagni mi hanno aiutato molto, soprattutto Acerbi che mi ha dato tanti consigli. Ho cercato di far segnare Ciro con quel pallone all'ultimo, non ci sono riuscito".

L'emozione dell'esordio in Serie A: per Niccolò Armini la gara contro il Bologna rimarrà sicuramente indimenticabile. Intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, il capitano della Primavera biancoceleste ha commentato il 3-3 finale: "È tutta la settimana che festeggio: prima la Coppa Italia, poi la promozione con la Primavera, mio fratello che ha vinto il campionato con l'Under 14... è stata una settimana bellissima. L'esordio in Serie A è il coronamento di un grande percorso. Abito a 100 km da Formello, ogni giorno è un sacrificio arrivare al campo. Devo tutto ai miei genitori. Subito a mio agio? Fa parte del mio carattere, gestisco bene la pressione. Era un motivo di orgoglio un più per cercare di recuperare la partita. Si stava scaldando Patric, non ce l'ha fatta e da lì è cominciato tutto. Il difensore a cui mi ispiro? A parte Nesta che è troppo scontato, come impostazione di gioco mi ispiro a Bonucci. Il gol di Orsolini? Ho subìto un colpo sul collo, ma non sto qui a fare polemica. Voglio solo godermi la festa".

Grande emozione anche per il fratellino Yuri, campione d'Italia con l'Under 14 di Tommaso Rocchi e raccattapalle nella serata dell'esordio in Serie A di Niccolò: "Un momento molto importante, emozionante. Mio fratello è il mio idolo. Avevo già capito che sarebbe entrato. Rocchi come allenatore? È molto bravo. Dà molte indicazioni tattiche, ma ci lascia anche divertire"

Pubblicato il 20:03 alle 23:00