Napoli, Gattuso: "Oggi ho rivisto il veleno. A tratti siamo stati fortunati..."

L'allenatore del Napoli Rino Gattuso ha risposto alle domande dei cronisti presenti nella sala stampa dell'Olimpico nel corso della conferenza.
21.01.2020 23:40 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport
Napoli, Gattuso: "Oggi ho rivisto il veleno. A tratti siamo stati fortunati..."

Il Napoli torna a vincere, ritrova la Lazio dopo la sconfitta di quindici giorni fa all’Olimpico, e, questa volta, la batte. Al termine della gara, l’allenatore della compagine partenopea ha risposto alle domande dei cronisti presenti nella sala stampa del San Paolo nel corso della consueta conferenza: “Ho il dovere di non far sedere questa squadra, di stare sul pezzo. Oggi ho rivisto il veleno, quello che ho detto tre giorni fa, ho visto una squadra che era disposta a sacrificarsi, che ha dato l’anima, non dobbiamo perdere tutto questo. Espulsione? Sono cose che possono succedere, siamo stati ingenui sul secondo fallo. La cosa che spero di più è dare continuità ai risultati, recuperare dei giocatori, averli tutti a disposizione. Prima della fine della partita, hanno inquadrato la tribuna, mi sono messo a ridere. Mi dispiaceva molto vederli tutti lì. Svolta all’interno dello spogliatoio o sugli spalti? Bisogna ringraziarli, oggi se lo stadio era come le ultime partite, la gara non si portava a casa. E’ un valore aggiunto, per chi attraversa dei momenti come noi è un’arma in più. Lobotka può fare la mezz’ala, bisogna fare i complimenti a chi è riuscito a portare qui Demme, era il capitano del Lipsia. Entrambi sono due giocatori importanti. Si è rivisto quello spirito che dicevo io, abbiamo sofferto, a tratti siamo stati fortunati, ma la squadra è stata in partita, ha saputo mantenere il campo. Sei entrato nella testa dei tuoi? Non mi fido, perché il grafico oggi dice che oscilliamo ancora tanto. Continuiamo su questa strada qui. Il ritiro l’hanno deciso i giocatori. In questo momento dobbiamo fare i bravi o aiutare questa squadra, se le vogliamo bene dobbiamo fare i bravi. Se puoi vogliamo vendere una copia in più o fare qualche clic in più, non so.."

QUALITA' - "E’ una squadra forte, quando sono stato chiamato sapevo tutte le difficoltà. Ho accettato orgoglioso e convinto di aver preso una squadra fortissima. Si vede la qualità, il problema è che dobbiamo tornare ad avere la voglia di stare in campo, di soffrire, non si può giocare solamente di fioretto. Sono felice di allenarla, ma oggi valiamo 24 punti. In certe partite dobbiamo essere un po’ più bruttini. Infortunati? Non si divertono a stare in tribuna. Maksimovic domani o dopodomani sarà a disposizione, domani Koulibaly farà l’ennesima risonanza per vedere se a livello strumentale ha migliorato. Mertens ha cominciato, ma sente ancora dei piccoli fastidi. Allan credo che domani sarà ancora a riposo, Ghoulam non riesce a dare continuità". Ai microfoni della Rai il mister ha aggiunto"Venivamo da un periodo imbarazzante, oggi la squadra ha fatto una grande partita, giocavamo contro una squadra molto forte. Ho visto grande spirito, per giocare contro una Lazio così ci vuole grande intensità. In questo momento bisogna pensare partita dopo partita. Oggi in tribuna sembravano i galacticos, mancavano 4-5 giocatori importanti. Dobbiamo pensare partita dopo partita, al momento la classifica è molto deficitaria. Champions? Mi viene da ridere, io guardo prima dietro perché la classifica è brutta".

Coppa Italia, Massa e la sfortuna eliminano la Lazio: Napoli in semifinale

Napoli - Lazio, Parolo: "Abbiamo dato tutto. Ora il derby con tutta l'anima"

TORNA ALLA HOMEPAGE