Lazio, Luiz Felipe: “Tre punti pesanti. Scudetto? Ci penseremo solo alla fine…” -VD

Il difensore della Lazio Luiz Felipe è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio al termine della partita, dove si è espresso sulla sfida odierna.
17.02.2020 07:18 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, Luiz Felipe: “Tre punti pesanti. Scudetto? Ci penseremo solo alla fine…” -VD

Terminata con una vittoria la sfida di questa sera contro l’Inter, in casa Lazio l’entusiasmo è alle stelle. I giocatori, però, continuano a non voler pronunciare la parola Scudetto, rimanendo con i piedi ben piantati a terra. Luiz Felipe, intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, ha detto la sua sul match: “L’abbiamo preparata tutta la settimana per fare una grande partita, non era facile contro un Inter con attaccanti come Lukaku e Martinez. Abbiamo fatto una grande gara, siamo stati tutti bravi. Quando abbiamo questo spirito è difficile per gli altri. Se prendiamo gol il mister ci dice che possiamo sempre ribaltarla. E infatti abbiamo conquistato subito il rigore, poi è stato bravo Milinkovic. Questi tre punti sono pesanti perché eravamo un punto sotto. Ora ci riposiamo poi prepariamo la sfida col Genoa. Bisogna pensare partita per partita, poi quando mancheranno cinque partite potremo dire anche: ‘Scudetto perché no’?. Oggi sapevamo che erano forti in ripartenza e sulla seconda abbiamo preso gol. Nel secondo tempo siamo tornati in campo diversi, con più cattiveria. La squalifica? Non abbiamo coppe e voglio giocare sempre, però abbiamo tanti giocatori che possono dare una mano”.

Al termine della sfida contro l’Inter Luiz Felipe è intervenuto in zona mista dove ha risposto alle domande dei cronisti presenti: “Si tratta di una vittoria importante, con quello che stiamo facendo. Lottiamo per andare in Champions e questi sono tre punti importanti. Stiamo a un punto dalla Juventus, questi sono tre punti pesantissimi. E’ stata una grande partita, anche i tifosi hanno fatto una grande serata per noi, questo è importante. Sono un uomo in più per noi, è stata una bella serata. Abbiamo fatto un grande primo tempo, se non sbaglio loro hanno fatto due tiri in porta, abbiamo preso due contropiedi e in uno di questi hanno fatto gol. Il mister ci ha parlato negli spogliatoi e siamo rientrati con più cattiveria in campo e abbiamo vinto. Scudetto? Certo che ci pensiamo, siamo lì perché non possiamo pensarci? Però dobbiamo fare partita dopo partita, mancano ancora tante gare. Quando ne mancheranno 5 o 6 possiamo valutare. Il nostro gruppo è la nostra forza. Oggi per esempio era assente Lulic e ha giocato Jony e ha fatto una grande partita. Noi non pensiamo ad aspetti negativi, pensiamo in positivo e questa è la nostra forza. Il retropassaggio? No, lì volevo buttare in avanti. Poi alla fine è diventato un passaggio corto ma per fortuna Thomas (Strakosha, ndr) mi ha aiutato. Devo lavorare sempre più affinché non capitino più queste cose. Il mister ci ha detto dopo il primo tempo che era ancora lunga, che c’erano ancora 45 minuti per fare un secondo tempo bellissimo, abbiamo fatto due gol e abbiamo vinto. Dobbiamo crescere ogni partita per arrivare al nostro obiettivo. Io devo crescere ancora, ho 22 anni e ho ancora molto da imparare, cerco di imparare da Acerbi e Radu che sono quelli più grandi, anche da Bastos. Io sono un ragazzo che vuol apprendere sempre, tutti i giorni. Fase difensiva? Il segreto è che comincia tutto da Caicedo, Immobile e Correa che ci danno una mano in difesa, siamo la miglior difesa del campionato per questo credo, perché gli attaccanti ci danno una mano. I tifosi della Lazio sono bellissimi, creano sempre grandi emozioni. Sono i più forti al mondo, con le coreografie fanno impazzire tutti”.

Lazio - Inter, Conte: "Gara equilibrata, abbiamo regalato due gol"

Lazio - Inter, Immobile: "Sentiamo l'amore della gente, noi bravi a ribaltarla"

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato ieri alle 23:43