La Lazio spera ancora per l’Europa: 2-1 al Cagliari, ora la finale di Coppa

Pubblicato l'11/05 alle 19:51
12.05.2019 07:30 di Francesco Bizzarri Twitter:    Vedi letture
Fonte: Francesco Bizzarri - Lalaziosiamonoi.it
La Lazio spera ancora per l’Europa: 2-1 al Cagliari, ora la finale di Coppa

La Lazio non molla e liquida la pratica Cagliari. 2-1 con Luis Alberto e Correa, i migliori in campo tra gli uomini di Inzaghi. Che rischiano qualcosa nel finale con il gol di Pavoletti, ma si assicurano 3 punti per sperare ancora nell’Europa League. Due partite alla fine, ci sono Bologna e Torino da battere, rimanendo attaccanti a qualche scivolone di Roma e Milan. Ora testa alla finale di Coppa Italia: l’Atalanta continua a vincere in campionato, vola verso la Champions League, fa paura. La Lazio però ha l’occasione di raddrizzare una stagione fin qui poco entusiasmante.

QUESTIONE DI MIRA - Due occasioni in pochi minuti. Prima Luis Alberto che impegna Cragno, poi Caicedo imbeccato da Correa che trova Parolo sulla traiettoria di tiro. Cagliari sotto tono, i biancocelesti ne approfittano. Ancora Luis Alberto, che da dentro l’area con il mancino, manda fuori un pallone ghiotto e facile da mandare in rete. Lo spagnolo aggiusta la mira: al 31’ sigla l’1-0 da un rigore in movimento. Piatto destro all’angolo e sardi sotto. Dopo 8’ è Badelj a spaventare di nuovo: l’ennesimo legno della stagione nega il gol al croato.

GOL SICUREZZA - Proto risponde presente sul tiro di Cigarini. Il portiere della Lazio c’è subito ad inizio ripresa. Ma la Lazio è fenomenale in contropiede: Marusic per Luis Alberto, lo spagnolo manda Correa verso la porta che non sbaglia. Sinistro ad incrociare, il Tucu finalmente torna al gol in Serie A, non segnava da novembre. Un’ora di gioco, fuori un buon Badelj e dentro Cataldi direzione regia. Paura per Proto, che si scontra con Lulic rimediando un colpo all’addome. Il belga si riprende poco dopo, ce la fa. E compie un miracolo su Deiola da vero portiere di hockey.

7’ più recupero per il rodaggio di Immobile, che prende il posto di Luis Alberto. La Lazio abbassa il ritmo, il Cagliari no. Assist di Castro per la testa di Pavoletti, che è micidiale. Palla all'incrocio e 2-1 finale.