RIVIVI LA DIRETTA - Lazio, Lazzari: "Pronto per la Samp, non vedo l'ora che arrivi il derby"

23.08.2019 07:20 di Daniele Rocca Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
RIVIVI LA DIRETTA - Lazio, Lazzari: "Pronto per la Samp, non vedo l'ora che arrivi il derby"

FORMELLO - La presentazione ufficiale di Manuel Lazzari e André Anderson, a pochi giorni dall'esordio in campionato della Lazio con la Samp. Alle 17 è in programma la doppia conferenza stampa dell'esterno biancoceleste, arrivato in estate dalla Spal, e del centrocampista brasiliano reduce dal prestito alla Salernitana: segui la diretta scritta delle loro parole su Lalaziosiamonoi.it. Insieme ai due nuovi acquisti ci sarà il ds Igli Tare.

Inizia la conferenza: prende la parola il direttore sportivo.

"Un giocatore che è stato chiacchierato, cercato, voluto già dall'anno scorso. Alla fine questa favola è diventata realà: siamo ben felici di presentarlo con la nostra squadra. Ho avuto modo di conoscerlo, la cosa che mi ha colpito più di tutto è stata l'emozione di indossare questa maglia, una cosa rara. Queste sono cose che fanno la differenza nel calcio di oggi. Oltre che una grandissima persona, sarà molto utile per la nostra causa. Spero e penso che arriverà a raggiungere la nazionale italiana".

Parola a Lazzari, prima domanda: come stai?

"Domenica ho preso una bella botta, però siamo riusciti ad organizzarci subito e mi sono perato. Il recupero è stato veloce, devo giocare con un tutore per proteggere la mano. Sono a mio agio, mi è già successo qualche anno fa. Quindi sono a disposizione già per la Samp."

Ti responsabilizza il passaggio da Ferrara a Roma?

“Per me è un grosso salto in avanti. Dalla lotta per la salvezza ad una grande squadra, di una grande città come Roma, che lotta per Champions è qualcosa di importante. Io farò di tutto per farmi trovare pronto. Non vedo l’ora di iniziare”.

Perché hai scelto la Lazio?

"Sono un paio d'anni che sentivo parlare della Lazio, i miei occhi brillavano quando parlavo col mio agente di questa possibilità. Una società come la Lazio non arriva tutti i giorni. Non c'ho pensato due volte, ho subito detto la volontà alla Spal e al mio procuratore. E sono davvero contento di essere qui."

Obiettivi?

"Lo scorso anno questa squadra ha vinto la Coppa Italia e ha partecipato all'Europa League. In questa stagione punteremo alla Champions come hanno detto i miei compagni. Siamo veramente molto forti, abbiamo due titolari per ruolo. Sono contento di far parte di questo gruppo."

Cosa hai trovato di nuovo nel modulo?

"Sono abbastanza abituato al 3-5-2, sono quattro anni che gioco così. Il metodo di lavoro però è cambiato un po', i ritmi sono totalmente diversi. Più velocità e qualità altissima. Come modulo e schemi mi trovo benissimo, grazie anche ai compagni. Pochi gol? Anche il mister ha detto che devo fare 3 o 4 gol all'anno, dovrò lavorare su questo aspetto".

Il vecchio infortunio e i calciatori di qualità...

"Mi sono rotto lo scafoide qualche anno fa, ho dovuto giocare quattro mesi con il tutore. Con questi giocatori gli stimoli non mancano, viene voglia di stare sempre al loro passo, cerchi di rubare sempre qualcosa. Cercherò di farmi trovare pronto in ogni occasione".

Sul derby...

"Quando mi sono fatto male ho passato delle ore brutte, alla fine è andata abbastanza bene. Sicuramente è il derby più bello che ci sia in Italia, chiunque vuole giocarlo. Sono contento di essermi operato subito e di essere tornato a disposizione".

Con quale compagno hai legato di più?

"Sono un ragazzo abbastanza timido, quindi devo ringraziare tutti. Parlando italiano magari ho legato di più con Acerbi e Immobile, e poi ovviamente con Cataldi che è mio compagno di stanza".

Pubblicato il 22/08 alle ore 17.30.