Julio Sergio è rimasto indietro: “La Lazio è solo una squadra media, Roma con grandi ambizioni”

"La classifica e la posizione della Lazio devono essere uno stimolo in più", ha detto l'ex Roma Julio Sergio sul derby di domani.
25.01.2020 11:30 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
© foto di Alberto Fornasari
Julio Sergio è rimasto indietro: “La Lazio è solo una squadra media, Roma con grandi ambizioni”

“Il miglior terzo portiere al mondo”, che ricordi. Rappresentazione in carne e ossa di quell'esaltazione tipica dell'altra sponda del Tevere. E della quale, ai tempi, si era fatto portavoce l'allora tecnico della Roma Luciano Spalletti. Ma le cose cambiano, gli anni passano. Così anche la Lazio, che ai tempi di Julio Sergio risultava essere ancora una squadra in costruzione, oggi può dirsi grande. Una squadra che negli ultimi dieci anni ha portato a Roma cinque trofei, al cospetto della polvere in bacheca accumulata dall'altra parte. Ma il portiere brasiliano pare essere rimasto indietro nel tempo: "La classifica e la posizione della Lazio devono essere uno stimolo in più” - ha detto parlando del derby di domani a radio Centro Suono Sport -Nonostante ora sia davanti, la Lazio è sempre stata una squadra media, mentre la Roma ha grandi ambizioni. È una squadra giovane, spero che entrerà in campo con la giusta mentalità e che il progetto dei giallorossi decolli iniziando da questa partita”. A Julio Sergio serve un corso d'aggiornamento intensivo. D'altronde capita, anche ai migliori terzi portieri del mondo.

ROMA - LAZIO, OLIMPICO TUTTO ESAURITO 

CALCIOMERCATO LAZIO, PARLA COENTRAO

TORNA ALLA HOMEPAGE