Lazio - Bologna, Mihajlovic: "Bello l'affetto dell'Olimpico. Futuro? Penso solo al Napoli..."

Le parole del tecnico rossoblù dopo il pareggio per 3-3 dell'Olimpico contro la Lazio e la salvezza conquistata dal Bologna.
21.05.2019 07:20 di Gabriele Candelori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio - Bologna, Mihajlovic: "Bello l'affetto dell'Olimpico. Futuro? Penso solo al Napoli..."

Un pareggio ricco di gol per salutare l’Olimpico. La Lazio fa 3-3 evitando la sconfitta, il Bologna fa un punto e brinda alla salvezza diretta dopo un grande girone di ritorno. Tra successo e futuro queste, al triplice fischio, le parole di Sinisa Mihajlovic ai microfoni di Sky Sport: “Nessuno o pochi ci credevano, io ero tra quelli e ho accettato per questo motivo. Sapevo che la squadra aveva qualità e le caratteristiche giuste. Alla fine, per come sono andate le cose, abbiamo fatto un mezzo miracolo. I ragazzi sono stati bravissimi, è un gruppo meraviglioso di uomini prima che calciatori. Abbiamo superato le difficoltà credendo in quello che facevamo e raggiungendo una salvezza meritata. All’inizio dovevamo mettere a posto la testa, facendo capire loro cosa volevo per giocare con coraggio e pensando a divertirci senza badare all’avversario. Abbiamo avuto problemi anche dal punto di vista atletico, poi abbiamo cambiato il tipo di allenamenti mettendo intensità e dopo qualche settimana, nonostante qualche infortunio, hanno assimilato il tutto. I cori? A me fa piacere l’affetto della gente, oggi l’ho ricevuto sia dai miei tifosi che da quelli della Lazio. Non capita tutti i giorni, ne vado orgoglioso perché vuol dire che ho lasciato un bel ricordo”. Poi sul futuro: “Ora ci godiamo la salvezza, se dovessimo vincere anche sabato potremmo arrivare decimi e sarebbe un capolavoro. Non dobbiamo mollare pur avendo speso molto da un punto di vista fisico e mentale. Sarà dura col Napoli, ma le motivazioni ci sono. Un conto è salvarsi da quindicesimi, un altro da decimi. Grazie agli scontri diretti possiamo farcela, sarebbe la ciliegina sulla torta. Contatti con la Juventus? Cinque anni fa, poi basta”. Infine su Destro: “Non mi piace parlare di singoli, il merito è della squadra: tutti hanno dato il massimo credendo in quello che facevamo. Destro è stato anche sfortunato. Ho voluto premiarlo, per me è un giocatore importante: ha fatto 4 gol in pochi spezzoni. Deve avere solo continuità, il problema è mentale. Si prende qualche pausa e questo non va bene”.

Mihajlovic ha poi aggiunto in conferenza stampa allo Stadio Olimpico: "Mi ha fatto piacere questa giornata. Non è facile prendere cori a favore da una parte e dall'altra. È un motivo d'orgoglio il coro dei tifosi della Lazio. La partita? Siamo entrati un po' con il braccino corto, poi ci siamo parlati al termine del primo tempo e le cose sono andate meglio. Lasciavamo troppo spazio alla Lazio, con marcature preventive e attaccando male. Il futuro? Con la società ancora non so. Il presidente dovrebbe tornare in settimana. Quando ci vedremo, parleremo".

Pubblicato il 20/05 alle 23:05