Lazio, Calisti: "Con la Spal eccesso di presunzione. In campo i titolari!"

Ernesto Calisti è tornato sulla sconfitta della Lazio con la Spal rammaricandosi per il fatto che MIlinkovic e Correa siano partiti dalla panchina
17.09.2019 07:10 di Alessandro Vittori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Lazio, Calisti: "Con la Spal eccesso di presunzione. In campo i titolari!"

Amarezza in casa Lazio dopo la sconfitta di Ferrara con la Spal. L'impegno con il Cluj di giovedì impone alla squadra di Inzaghi di voltare pagina e pensare all'esordio in Europa League. Ai microfoni di Tuttomercatoweb.com l'ex calciatore biancoceleste Ernesto Calisti è tornato sulla partita del Mazza: "E' chiaro che ancora c'è molto da sistemare però mi è sembrato un eccesso di presunzione non far giocare dall'inizio Milinkovic e Correa. È vero che una partita la puoi vincere anche con le alternative però siamo solo alla terza giornata. E poi c'è da dire che la Lazio con i titolari è forte, ma se poi decidi di cambiare due po tre giocatori è a mio parere un po' troppo".

LA PARTITA - "Nel primo tempo è stata una buona Lazio ma chi mi dice che con i titolari non avrebbe segnato più gol? E poi è stato utilizzato Patric che però è stato cambiato dopo il primo tempo perché era già ammonito. Se sai che ha questo limite allora non lo far giocare... Purtroppo la Lazio non l'ha chiusa e questo è un problema. Ripeto, per me questa squadra deve giocare quasi sempre con i titolari".

CORSA AL QUARTO POSTO - "Al di là della caduta di ieri la Lazio c'è. Finora si era vista una squadra diversa, con i titolari sa dominare l'avversario. Questo ko dovrà servire da lezione per la squadra e l'allenatore".

LAZIO, COLLOQUIO LOTITO - RAGGI IN CAMPIDOGLIO

EUROPA LEAGUE, SCELTO L'ARBITRO DI CLUJ - LAZIO

TORNA ALLA HOME PAGE

Pubblicato il 16/9​​​​​​​