Lazio, Canigiani: “Trasferte in Europa? Al momento non sono possibili”

Ai microfoni dei canali ufficiali Marco Canigiani, responsabile marketing del club ha chiarito alcuni punti sui prossimi appuntamenti della Lazio...
14.09.2021 14:20 di Lalaziosiamonoi Redazione   vedi letture
Fonte: Martina Barnabei - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
Lazio, Canigiani: “Trasferte in Europa? Al momento non sono possibili”

La Lazio si sta preparando per i prossimi impegni, ravvicinati, sia in Europa League che in campionato. Alcuni punti inerenti la partecipazione del pubblico ai match programmati e iniziative della società per i tifosi, sono stati analizzati dal direttore marketing del club Marco Canigiani che ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio.

TORINO – LAZIO“Riprende la vendita con tutte le indicazioni fornite sul sito ufficiale. Abbiamo un tour de force per le prossime partite. Un momento molto intenso.”

GALATASARAY- LAZIO“A Istanbul non è permesso assistere alla partita per i tifosi ospiti, le autorità locali hanno bloccato il tutto per il protocollo Covid. Le trasferte internazionali, in questo momento, sono complicate proprio per la pandemia e sarà difficile seguire la squadra in queste partite. Vedremo man mano come si evolverà la situazione”

BUS INSIEME – “Abbiamo fatto richiesta per verificare se fosse possibile in base alle nuove disposizioni di poter riattivare il servizio. Attendiamo per la conferma”

CARTONATI “Stiamo verificando le modalità per poter effettuare la consegna dei cartonati. In questo momento con le partite ravvicinate è un po’ complicato, ci stiamo lavorando”

STADI“Aumento capienza? Si cerca in qualche modo di tornare a uno stato di normalità. Sia la Lega sia la Federazione stanno spingendo per aumentare la capienza all’interno degli stadi. Speriamo di arrivare a vedere gli stadi nuovamente pieni ovviamente con tutte le misure precauzionali del caso”.

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOME PAGE

Serie A, dopo il Verona anche il Cagliari cambia: Semplici a un passo dall'esonero

Venezia, Orekeke: "A chi mi ispiro? Mi rivedo in Ciro Immobile"