Lazio, Inzaghi: "Siamo in difficoltà ma non dobbiamo mollare, è un momento delicato"

Al termine della gara persa dalla Lazio per 1-2 contro il Sassuolo ecco il commento di mister Simone Inzaghi
11.07.2020 19:37 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Jessica Reatini
© foto di Insidefoto/Image Sport
Lazio, Inzaghi: "Siamo in difficoltà ma non dobbiamo mollare, è un momento delicato"

Un'altra sconfitta per la Lazio di mister Inzgahi, la terza consecutiva che si aggiunge a quella contro il Milan e il Lecce. Queste le parole deò tecnico Inzaghi ai microfoni di Lazio Style Radio alla fine della gara: “Non ci esprimiamo al meglio e perdiamo partite come quelle di oggi. Mezzo episodio ti condanna ma dobbiamo fare di più, dobbiamo crederci anche se è un momento delicato. Sono cose che capitano ma dobbiamo andare oltre e cercare di andare avanti con fiducia nonostante queste battute di arresto. Cataldi, Leiva e Milnkovic non potevano giocare una gara intera, ho chiesto un sacrificio ma sappiamo che abbiamo alcuni problemi proprio a livello di numeri e di rotazioni. Dobbiamo andare al di la delle assenze e delle rotazioni perché nelle gare come quella di Lecce e Sassuolo non dobbiamo perdere. L’episodio in questo momento non è dalla nostra parte ma il Sassuolo ha avuto più possesso, aveva nove giocatori freschi rispetto alla gara di Bologna e noi eravamo meno brillanti di loro ma nonostante questo abbiamo creato alcune occasioni che dovevamo sfruttare meglio e di certo non concedere quel gol nel finale".

RECUPERI - "Per le rotazioni dobbiamo cercare di recuperare i giocatori, poi avremo Udine e Torino, speriamo di recuperarne qualcuno. Oggi ci sarebbe stato bisogno di Luiz Felipe che era in panchina m non potevo mandare in campo".

Simone Inzaghi è intervenuto anche ai microfoni di Sky: “I ragazzi hanno messo tutto quello che avevano, in questo momento però non basta e l’episodio non ti premia. Sia a Lecce che oggi il pareggio sarebbe servito poco ma almeno non avresti perso. Ora si deve fare di più. È un momento particolare ma non dobbiamo disunirci. Ho i soliti 9 o 10 che vanno in campo, stanno cercando di dare tutto. Non basta, perché le partite le perdiamo. Dobbiamo fare qualche punto importante, il calendario non è semplice. Il Sassuolo aveva la possibilità di cambiare i suoi effettivi, noi abbiamo fatto un copia e incolla della formazione scesa in campo con il Lecce. Ora è necessario ricompattarsi, giocando ogni 3 giorni è importante rifiatare. Si vede che non siamo lucidi, sbagliamo scelte importanti sia a livello difensivo che offensivo”.

SOSTA - “Non c’era mai stato un caso del genere prima, quello del Covid. Nel lockdown i ragazzi si sono mossi, si sono allenati. Siamo partiti con lavori individuali buoni, prima della ripresa abbiamo avuto problematiche fisiche che ci hanno penalizzato: Leiva, Marusic, Cataldi, Correa, Adekanye. La voglia non manca, ma ora non basta. Anche oggi i gol presi potevano essere evitati, dobbiamo migliorare e non dobbiamo mollare. Mancano 6 partite, non recupereremo giocatori, purtroppo. Obiettivo? Dobbiamo blindare la Champions League al più presto, in questo momento parlare di Scudetto è azzardato. Avevo detto che ci avremmo creduto, ma ora dobbiamo guardare in faccia la realtà. Non credo nello stress psicologico, la squadra ha fatto finali e ha giocato partite importanti. Ci sono stati dei problemi, le rotazioni ora sono fondamentali. Abbiamo perso quei 5 o 6 giocatori che avrebbero dato punti e lucidità”.

ROSA - “Abbiamo vinto la Supercoppa e siamo stati primi in classifica. Affrontando la Champions League dovremo fare scelte precise, avere rotazioni ampie. Ora mi sono mancate 6 opzioni che potevano dare la possibilità di far rifiatare tanti altri giocatori. Ho 3 o 4 ragazzi della Primavera che a questi livelli non sono ancora pronti”.

PAGELLE di Lazio - Sassuolo: così non Bastos! Lazzari l'unico in condizione

Lazio, lockdown senza fine: vince il Sassuolo, addio sogno scudetto

TORNA ALLA HOME