Lazio, Sarri a Sky: "A me interessa il campionato. Isaksen? Si vedeva..."

29.11.2023 07:07 di Martina Barnabei Twitter:    vedi letture
Lazio, Sarri a Sky: "A me interessa il campionato. Isaksen? Si vedeva..."
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Maurizio Sarri, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, ha analizzato la vittoria della Lazio contro il Celtic: "Se il campo ha dato le risposte che volevo?Stasera si, però noi quest’anno stiamo facendo l’esatto contrario dell’anno scorso quando facevamo non bene in Europa, ma bene in campioanto. Quest'anno stiamo facendo bene in Europa e non in campionato. Stasera me l'aspettavo, ma quella che mi interessa è la prossima in campionato.Fare una media di due punti a partita in Champions e fare una media come abbiamo in campionato è anche difficilmente spiegabile. L’atmosfera della Champions ci dà elettricità e energia, ma bisogna avere la forza di trovarla anche in campionato. L'anno scorso fare una stagione in campionato di così alto livello e di basso livello in Europa, è brutto anche il contrario. Chiaro che per un giocatore è più prestigioso fare bene in queste serate che in campionato, ma è un limite".

"Scelte iniziali? Un po’ di situazioni erano obbligate perché abbiamo tre infortunati e uno squalificato, stiamo tenendo in considerazione di fatto che, da qui a inizio Gennaio, giocheremo ogni 3 giorni e non si possono portare giocatori stremati tra quindi giorni e stamattina, visto che Ciro veniva dallo spezzone lungo, di farlo fare a Taty in questa occasione lo spezzone più lungo e a lui quello più corto. Chiaramente avere queste due armi in panchina può anche essere una risorsa importante per i finali di partita come oggi".

"Immobile, come cambierà la gestione? Ha fatto due gol di sinistro, non deve cambiare. Bisogna tenere sotto controllo il minutaggio, le sue condizioni fisiche. Io preferisco che faccia 60' o 30' come stasera piuttosto che arrivi stremato tra due partite".

"Isaksen? Questo ragazzo oltre a essere giovane veniva dal campionato danese, non conosce la lingua, ha cambiato modo di allenarsi e di mangiare. Qualche mese ci va a tutti, soprattutto per questi ragazzi con un po' meno di esperienza. Che alla base ci fossero buone potenzialità, si vedeva. Secondo me può fare ancora di più di quello che ha fatto stasera".

Pubblicato il 28/11

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOME PAGE