PAGELLE Lazio - Sassuolo: Ciro implacabile, che Sergente! Marusic versione Cagliari

24.01.2021 19:53 di Carlo Roscito Twitter:    Vedi letture
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Insidefoto/Image Sport
PAGELLE Lazio - Sassuolo: Ciro implacabile, che Sergente! Marusic versione Cagliari

REINA 6: La preoccupazione maggiore, come al solito, è quella di girarla coi compagni ed effettuare lanci precisi. Non è chiamato in causa per parate dall’alto coefficiente: il tiro nello specchio di Caputo è troppo ravvicinato per potersi opporre.

PATRIC 6: Apre con una bella scivolata che mura il sinistro di Traorè. Bene in fase di possesso, per un soffio non trova un cross perfetto per l’inserimento di Marusic. La pecca: il gol nasce dalla sua parte, si fa trovare fuori posizione. Il giallo che prende è un fallo ben speso.

Dal 67’ PAROLO 6: Nella stessa posizione di giovedì con il Parma, dà una mano dove serve, in questo momento quasi sempre in difesa.

ACERBI 6,5: Djuricic la mette all’indietro e Caputo lo beffa con il contromovimento. Roba da centravanti vero: si allunga in scivolata senza intercettare l’assist. É l’unico episodio in cui viene sorpreso, il resto della gara difende come un vero leone e spinge come un quinto di centrocampo.

RADU 6,5: Attento, bada al sodo. Senza ricami, praticità massima. Non si lascia puntare, si porta a casa la pagnotta e la farcisce pure. Defrel e Haraslin, avversari diretti, creano pochissimi grattacapi. 

LAZZARI 6.5: Spinta costante, dal derby si è fomentato e non ha mai rallentato. Manca la precisione, ma è un moto perpetuo, una spina dolorosa da quella parte.

Dal 76’ LULIC 6: Bentornato capitano, anche in campionato.

MILINKOVIC 7,5: Colpo di testa? No, è una fucilata: spara sotto la traversa come altri non riuscirebbero nemmeno al volo con i piedi. Riaddrizza il risultato, è nel vivo del gioco, “favorito” dal forfait di Luis Alberto, l’altro big del centrocampo. Calciatore mostruoso, fa di tutto e di più. Imposta, corre, lotta, segna. What else?

LEIVA 6,5: Gara di sostanza, fatta di intelligenza e tante piccole cose preziose. Esce appena becca l’ammonizione, il cambio non è questione di demeriti. Prestazione positiva, di impatto.

Dal 75’ ESCALANTE 6: Ingresso al momento del bisogno, quello in cui serve stringere i denti e alzare la diga. Fallisce il tap-in dell’allungo col mancino.

AKPA AKPRO 6,5: Inizia con una palla pericolossissima che permette al Sassuolo di distendersi. Alterna palloni strappati di forza a leggerezze che rischiano di trasformarsi ogni volta in un contropiede avversario. Non gli si può chiedere di fare il “Mago”, la cosa fondamentale è fare Akpa nel secondo tempo: la toglie a Obiang e fa partire l’azione del sorpasso.

MARURIC 7: Ha alzato il livello delle prestazioni: punta Muldur, lo salta e serve un cioccolatino a Immobile. Azione stile esordio a Cagliari. Soffre poco le avanzate dalla sua parte, anzi è lui a fare male sul fianco sinistro del Sassuolo.

CORREA 6: Manca la stoccata, il passo decisivo per calciare, la cattiveria nella conclusione. La scelta a sorpresa di schierarlo titolare funziona a metà. Ha il merito però di mettere dentro il corner dell’1-1 di Milinkovic: servizio teso e preciso trasformato in oro. 

Dal 69’ CAICEDO 6,5: Sarà un caso, ma entra e la Lazio mette la freccia. Sponde, spizzate, dialoga bene nello stretto.

IMMOBILE 7,5: Lode a te, Re del gol! Corona sempre in vista, un’altra gemma incastonata in campionato: 13esima rete di questa Serie A, pesa il doppio perché è una stoccata da 3 punti. É un avvoltoio in agguato, gli basta mezza chance per risolvere le pratiche più complicate. Non ci si stanca mai di ringraziarlo.

Dall’86 MURIQI sv

ALL. INZAGHI 7: Senza Luiz Felipe e Luis Alberto, vittoria tutt’altro che scontata. Soprattutto perché arriva in rimonta, si era messa subito in salita. La Lazio la spunta con merito, attraverso il gioco, il carattere e i suoi uomini migliori.

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli 6; Muldur 5,5 (Raspadori sv), Marlon 6,5, Ferrari 6, Rogerio 6; Locatelli 5,5, Obiang 5 (Boga sv); Defrel 5,5 (Haraslin 5), Traoré 5 (Lopez sv), Djuricic 6,5; Caputo 6,5. All. De Zerbi 5,5.