Lazio, Immobile: “Vogliamo arrivare almeno terzi. Higuain? Prima la Scarpa d'Oro"

Al termine della gara vinta per 1-5 dalla Lazio sul Verona ecco le parole di uno dei protagonisti: Immobile autore di una tripletta
27.07.2020 07:24 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Jessica Reatini e Valerio De Benedetti
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio, Immobile: “Vogliamo arrivare almeno terzi. Higuain? Prima la Scarpa d'Oro"

Tripletta oggi per un immenso Ciro Immobile che al termine del match vinto dalla Lazio sul Verona ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport: “Anche Luis ha degli obiettivi da raggiungere ed è giusto che lo facciamo insieme. Alla fine abbiamo cambiato perché davvero manca poco per me alla Scarpa d’Oro e al titolo di capocannoniere. Sono davvero soddisfatto, devo ringraziare i miei straordinari compagni, lo staff, tutta la gente e i tifosi perché quest’anno sta andando tutto come volevo. Record di Higuain? Mancano tre gol per quello, è un po’ più complicato. Dedico tutto questo alla mia famiglia, che mi sta sempre vicino anche nei momenti più complicati”. Poi prosegue: “Ora bisogna solo finire bene la stagione perché vogliamo arrivare secondi o terzi, quindi c’è da lavorare per queste due partite. Siamo di nuovo pronti in campo, sappiamo quello che dobbiamo fare. Siamo ritornati noi, quelli di prima del lockdown. Stiamo anche bene fisicamente, soffriamo un po’ meno, anche se con questo caldo comunque è complicato soprattutto recuperare tra una partita e l’altra. Però devo dire che appena sono tornati due tre infortunati che ci possono dare una mano a partita in corso è cambiato tutto e la Lazio ha voltato pagina e l’ha fatto alla grande”.

L'attaccante biancoceleste è poi intervenuto anche ai microfoni di Lazio Style Channel: "Il pallone? Me l’ha rubato Djavan (ride ndr). Siamo ritornati con la giusta mentalità. Ci siamo concentrati molto in queste partite. Siamo soddisfatti della prestazione contro una squadra forte che ha dato fastidio a tutti soprattutto in casa. Continuiamo a macinare risultati, record e vittorie che fanno bene al morale. Quale il traguardo al quale penso di più? In realtà Scarpa d’Oro e titolo di capocannoniere sono i primi obiettivi, il record di Higuain viene dopo. La prima ci sono andato vicino due anni fa ma per un infortunio non ci sono riuscito a vincerla. Il capocannoniere vorrei invece vincerlo per la terza volta. I miei compagni sono straordinari, il mister mi dà tanta carica. Mi dispiace solo che non ci siano i tifosi. Sarebbe stato bello festeggiare con loro e magari segnare un gol all’Olimpico alla prossima. Ora sono concentrato sul Brescia, poi alla gara col Napoli ci penserò. Spero che Ronaldo non faccia più di me nelle prossime partite. Quando sarà finita vedremo se sarà il momento di festeggiare. Mia moglie è stata la prima a crederci, così come i miei genitori. Mia mamma e mia moglie nel post-lockdown ci credevano più di me. Anche Giorgia era scontenta quando non segnavo. Devo ringraziare anche i compagni, Luis Alberto, Milinkovic, Caicedo. Pensano più a me che a loro stessi e questo mi emoziona. Glielo leggo negli occhi, loro sono i primi ad essere soddisfatti di questi gol che faccio. Non c’è soddisfazione più grande, significa che ho seminato bene e mi vogliono bene. Il rigore con Luis Alberto? Ci hanno capito e quindi abbiamo deciso di batterlo normalmente". 

Pubblicato il 26/07 alle ore 21:41

Serie A, vincono Roma e Udinese: il Torino è aritmeticamente salvo

Lazio, hai delle tifose speciali: le 'ladies' esultano per le reti contro il Verona - FT

TORNA ALLA HOMEPAGE