Coronavirus, Pelonzi (capogruppo Pd): "Roma d'esempio per tutti. Ecco le misure che adotteremo"

18.03.2020 07:20 di Andrea Marchettini   Vedi letture
Fonte: Alessandro Zappulla - Lalaziosiamonoi.it
Coronavirus, Pelonzi (capogruppo Pd): "Roma d'esempio per tutti. Ecco le misure che adotteremo"

"Roma capitale d'Italia, capitale del mondo, può essere d'esempio per tutti in questo momento critico". Sono le parole del capogruppo PD del Comune di Roma. Giulio Pelonzi ha spiegato quelle che sono le misure adottate finora dalle istituzioni e le tutele che saranno prese per i cittadini romani. Dalle scuole, alle attività commerciali, passando per gli ospedali e le strade della capitale: tanti i temi toccati da Pelonzi nella lunga intervista rilasciata in esclusiva ai microfoni de Lalaziosiamonoi.it, con un solo monito: resistere uniti per sconfiggere insieme questa minaccia. Ma nel frattempo il pensiero di molti cittadini è rivolto anche al futuro e alle garanzie di cui ognuno di noi necessita di diritto in questo momento: "Una situazione difficilissima per le attività commerciali, per i disabili, per i trasporti, per le scuole. Per fortuna la cittadinanza a Roma sta reagendo bene, gli appelli di rimanere a casa sono stati accolti in modo responsabile. All'inizio è stato un po' più difficile con i giovani, ma ora la consapevolezza è stata presa da tutti che stanno rispondendo in modo composto. Io, che per lavoro mi sposto nella città di Roma, mi accorgo che c'è molta meno gente. Per quanto riguarda le istituzioni stanno cercando di reagire, c'è stato poco tempo ma si sta cercando di agire insieme con misure di sicurezza stringenti anche nella gestione delle sedute in Campidoglio".

GLI OSPEDALI DI ROMA: "Se riusciamo tutti ad applicare le normative del decreto, nel Lazio e a Roma possiamo evitare il boom di contagi. E' plausibile pensare che anche qua ci sarà un aumento dei contagi, ma il sistema sanitario sarà in grado di reagire. Anche perché la Regione sta mettendo in atto un piano straordinario: dall'apertura dei nuovi ospedali in tempo record. In questo momento a Roma ci sono mille posti per la terapia intensiva messi già in piedi e nel resto del Lazio altri duemila. Al momento nella nostra regione speriamo di scongiurare l'emergenza che è arrivata in Lombardia, dove son stati presi di sorpresa, mentre qui abbiamo avuto il tempo di mettere in atto le misure governative".

LE SCUOLE: "I decreti governativi finora sono stati imperativi, quindi non hanno lasciato la possibilità di decidere. Qualora non fossero imperativi, la responsabilità sarebbe del Comune e della Sindaca e allora decideremo insieme. So che le scuole stanno iniziando le lezioni in videoconferenza, quindi si stanno attrezzando per salvare l'anno scolastico qualora dovesse prolungarsi l'emergenza. Le scuole sono state anche sanificate, quindi gli ambienti sono stati tutti disinfettati. Qualche giorno prima del 3 aprile bisognerà fare delle riflessioni a tal proposito e il parametro sarà l'andamento dei contagi: se saranno diminuiti si potrà pensare di riaprire e viceversa".

ECONOMIA E ATTIVITA' COMMERCIALI: "Venerdì scorso abbiamo avuto un consiglio comunale e abbiamo votato una serie di provvedimenti. Il gruppo che rappresento (il PD ndr) ne ha visti approvati ben 12 all'unanimità. Vogliamo iniziare a mettere in campo alcune misure a livello comunale per quanto riguarda i contributi, le tariffe, i canoni degli impianti in gestione, le utenze. Abbiamo anche chiesto di interrompere le procedure di sfratto, dato che non si saprebbe dove mandare la gente in questo momento. Abbiamo detto anche di sanificare tutte le strade di Roma: speriamo che possa avvenire presto. E anche di mettere tutti i dipendenti in lavoro agile. Dobbiamo ovviamente andare incontro alle attività commerciali, sospendendo innanzitutto ogni tipo di pagamento verso il Comune. Ma non solo, dovremo studiare delle misure di rilancio. Penso al settore dello spettacolo e del turismo che è stato tra i più colpiti a Roma. Dobbiamo assolutamente incentivare in qualche modo il rilancio di molti settori".

SOSTEGNI ALLE FAMIGLIE: "Su questo tema abbiamo votato la sospensione di tutte le rate degli asili nidi, delle mense scolastiche e via dicendo. Abbiamo detto di sospendere tutto il comparto pubblico. Cosa fare per usufruire di questi benefici? Il consiglio comunale ha votato venerdì scorso, la giunta deve fare il primo provvedimento e poi sarà scritta una circolare. Oggi è partita una circolare applicativa e sarà comunicato sul sito del Comune che queste rette non dovranno più essere pagate. Noi saremo vigili e, se ci saranno ritardi, agiremo con tutta la forza. Approfitto di questa intervista per lanciare un appello: noi ci siamo! Potete contattarci tramite email (antongiulio.pelonzi@comune.roma.it) e farci pervenire tutte le segnalazioni di ciò che non va e noi provvederemo".

APPELLO ALLE ISTITUZIONI E AI ROMANI: "Alle istituzioni dico che si deve continuare con la stretta collaborazione con i capigruppo. In questo momento si viaggia uniti: bisogna trasformare i bisogni dei cittadini in risposte. Ai cittadini romani dico di resistere e tirar fuori l'aspetto impunito di Roma per uscire dalla crisi. Insieme possiamo sconfiggere questa minaccia: Roma, con la schiena dritta, può dare l'esempio".

IL CALCIO E LA LAZIO: "Mettendo da parte il ruolo di Consigliere e parlando da tifoso, spero che la crisi si risolva presto e che la Lazio superi la Juventus. Altrimenti mi auguro che si possano fare degli spareggi tra Juventus, Lazio e Inter. Perché penso che tra le prime tre e le altre ci sia una distanza abissale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

La nuova autocertificazione: scarica il modulo

Uefa, Europeo rinviato

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato il 17/03 alle 15:00