Italia, Immobile: "Gol all'esordio e all'Olimpico, che emozione! Mi ha scritto Lino Banfi..."

12.06.2021 07:28 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Italia, Immobile: "Gol all'esordio e all'Olimpico, che emozione! Mi ha scritto Lino Banfi..."

Intervenuto ai microfoni di Rai Sport al termine della vittoria dell'Italia sulla Turchia, Ciro Immobile ha analizzato il successo. Il bomber della Lazio, in particolare, ha espresso la propria emozione per il gol siglato del momentaneo 2 a 0: "Abbiamo fatto il nostro dovere. Abbiamo vinto 3-0 davanti ai nostri tifosi, rivederli è stato emozionante. Questa vittoria è dedicata a tutti coloro che hanno lottato e stanno lottando ancora contro questo maledetto virus. Abbiamo avuto la pazienza giusta, la Turchia è forte, ha messo in difficoltà squadre di grando lviello. Abbiamo cercato di stancarli un po' nel primo tempo. Abbiamo fatto tanti cross, giocato in velocità come sappiamo ma siamo sempre andati a sbattere contro il loro muro. Nel secondo tempo si sono aperti gli spazi e venuti fuori tutte le nostre qualità. Cos'ho detto alla telecamera? Ci è arrivato un messaggio da Lino Banfi, ci chiedeva di dire 'porta pu****a'. A parte gli scherzi, lo dedico alla mia famiglia. Fare gol all'esordio in questo stadio è troppo emozionante".

Ai microfoni di Sky Sport il bomber ha detto: "E' stato un po' strano risentire il calore e l'affetto che ci è tanto mancato. Il primo pensiero va a chi ha sofferto e soffre per questo maledetto virus. Dedichiamo la vittoria a loro. Esultanza. Prima ho fatto la mia classica "J". Il gol va a mia moglie e alla mia famiglia che mi sono vicini anche nei moomenti difficili, mi sento soddisfatto. Poi abbiamo ricevuto un messaggio da Lino Banfi che ci ha chiesto di dire "porca puttena" a ogni gol. Sia io che Insigne lo abbiamo fatto. La Turchia è una squadra forte, ha vinto con la Francia e con l'olanda, ha dato del filo da torcere alla Germania... non era così facile e scontato come poteva sembrare. Noi in realtà non abbiamo pensato a quello, a chi avessero affrontato prima, ervamo talmente concentrati e orientati per dare il massimo che ci siamo fatti scivolare tutto addosso. Abbiamo raccolto tutte le cose positive. Non nego che eravamo tutti emozionati, ma poi ci siamo sciolti". 

Pubblicato l'11/06 alle 23.35