Coronavirus, Locatelli: “Non credo in un nuovo lockdown. Vaccino? In primavera 2021”

18.10.2020 16:00 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Edoardo Zeno
Coronavirus, Locatelli: “Non credo in un nuovo lockdown. Vaccino? In primavera 2021”

L'aumento esponenziale dei casi di coronavirus ha fatto preoccupare l'Italia e non solo. A fare chiarezza sull'argomento ci ha pensato Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità (Css) e componente del Comitato tecnico-scientifico (Cts) intervenendo alla trasmissione Mezz’ora in più su Raitre: "Io voglio sperare che non ci arriviamo a un lockdown su scala nazionale. Ci possono essere delle chiusure territoriali qualora si configurino degli scenari epidemiologici. Che ci sia stata un’accelerazione dei casi è innegabile ma non direi che ci sia una crescita esponenziale. Serve guardare i numeri con allerta ma non con panico. Un vaccino lo avremo presumibilmente nella primavera del 2021, fino ad allora dobbiamo convivere in modo da minimizzare l’impatto del coronavirus sulla vita degli italiani".