Galatasaray - Lazio, Sarri: "Piccolo passo in avanti, ma dobbiamo migliorare. Turnover? Sì, ma con moderazione"

17.09.2021 07:15 di Edoardo Zeno Twitter:    vedi letture
Fonte: Edoardo Zeno - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Insidefoto/Image Sport
Galatasaray - Lazio, Sarri: "Piccolo passo in avanti, ma dobbiamo migliorare. Turnover? Sì, ma con moderazione"

Brutto stop per la Lazio che inizia con una sconfitta contro il Galatasaray il girone di Europa League. Maurizio Sarri ha analizzato il match di Istanbul ai microfoni di Sky Sport: "È un piccolo passo in avanti. Abbiamo fatto una partita diversa rispetto a quella di Milano contro una squadra pericolosa nel suo campo. Sembrava una partita sotto controllo. Purtroppo gli errori fanno parte di questo sport e oggi è andata così. Ci teniamo all'Europa League. Turnover? Non posso cambiare 7/8 giocatori in questo momento della stagione. Ne ho cambiati quattro e poi li ho alternati durante la partita. I nuovi hanno fatto discretamente bene, sia Zaccagni che Basic. La sconfitta ci mette il girone in salita. A volte bisogna vedere gli apsetti positivi, oggi lo considero un piccolo passo in avanti. Ho visto anche che il problema non è ancira completamente risolto. Abbiamo ancora problemi di distanze, metri e secondi. Sono queste cose che fanno la differenza".

Il tecnico biancoceleste è intervenuto anche ai micorofoni di Lazio Style Channel: “Abbiamo fatto un passo in avanti rispetto alla partita con il Milan. Abbiamo giocato contro una squadra forte in uno stadio difficile, è una squadra che quando gioca in casa è difficile per tutti. Abbiamo fatto dei passi in avanti una sena grandi rischi che sembrava ampiamente sotto controllo e abbiamo pagato un errore. Purtroppo nel calcio gli errori ci stanno. Rispetto alla gara con il Milan ho visto grandi differenze. Le differenze? Siamo stati molto più corti e stretti. Abbiamo preso molti palloni dentro fra le linee meno. Abbiamo preso meno contro una squadra che è molto forte nelle ripartenze. Abbiamo concesso poco. Dobbiamo essere più pericolosi e costruire di più. Ho visto dei passi in avanti in questa partita, non mi posso far influenzare da un risultato occasionale e fortuito"

OFFENSIVITÀ - "Ci manca ancora qualcosa e andiamo ad attaccare gli spazi troppo poco. Solo immobile è andato in profondità un paio di volte in una trovandosi anche davanti al portiere, nel secondo tempo siamo andati con Milinkovic però da parte degli attaccanti esterni possiamo muoverci di più senza palla e attaccare di più gli spazi senza palla. Possiamo alzare il livello di offensività. Si concentra di più sugli esterni? Mi hanno sempre detto il contrario e ora è diverso. Quando trovi avversari che ti mettono una marcatura quasi a uomo viene più naturale sfociare sugli esterni.

CAGLIARI - "Contro il Cagliari? C’è da lavorare solo sui riposi. Quando ti impongono un calendario come questo si lavora poco ed è un motivo per cui il calcio mi piace sempre meno"

PEDRO - "È  quello che è andato di più alla conclusione nonostante abbia giocato 25 minuti, bello brillante e tecnico che va tenuto su questi livelli senza spremerlo più di tanto”

Pubblicato il 16/09