Lazio, D'Amico e lo Scudetto '73: "Quel Roma - Juventus... Non se la giocarono"

19.02.2020 11:45 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Lazio, D'Amico e lo Scudetto '73: "Quel Roma - Juventus... Non se la giocarono"

Altro che Lazio - Inter, altro che "Oh nooo". Prima del famoso episodio del 2 maggio 2010, un altro precedente simile aveva condizionato la lotta Scudetto di una delle due romane: quella volta toccò alla Lazio. La coincidenza con quanto potrebbe accadere in questa stagione risulta a tratti inquietante. La squadra di Maestrelli, partita con ben altri obiettivi (così come quella di Inzaghi), si ritrovò a lottare per la vittoria del titolo con la Juventus e una milanese (il Milan, ndr) fino all'ultima giornata. Che metteva di fronte, come quest'anno, Napoli e Lazio e Juventus e Roma. Quel Napoli giocò alla morte, mentre i giallorossi - dopo un iniziale e illusorio vantaggio - si fecero rimontare agevolmente dalla Vecchia Signora. Che, mentre il Milan perdeva a Verona, si laureava campione d'Italia. Su questo episodio è tornato  Vincenzo D'Amico, uno che l'ha vissuto in prima persona. Ecco le sue parole riportate dalla rassegna stampa di Radiosei: “Perdemmo lo Scudetto all’ultima giornata, sconfitta a Napoli 1-0 (gol all'89' dei partenopei, ndr). Non eravamo partiti per competere per lo Scudetto ma, esattamente come sta accadendo alla Lazio di oggi, ci siamo trovati nella lotta e ci abbiamo provato" - poi, sugli incroci dell'ultimo turno, ha aggiunto - "Si sbaglia a paragonarlo a Lazio-Inter del famoso ‘oh noo’. I nerazzurri avrebbero vinto lo stesso, erano più forti, erano quelli del Triplete, non scherziamo. C’è una profonda differenza, certo quel Roma-Juve del ’73 se ci penso un momento… Non posso dire che nel ’73 la Roma si scansò perché non voglio prendere denunce, non credo sia successo. Di sicuro, penso che la Roma se la potesse giocare alla pari. Io non credo che se la siano giocata, ma questo è un pensiero mio”.