Lazio, il walk around al Celtic Park: la grande notte è alle porte - FT & VD

La Lazio saggia il terreno del Celtic Park dove domani giocherà una sfida importante per la qualificazione: la grande notte è alle porte
24.10.2019 07:25 di Alessandro Zappulla   Vedi letture
Fonte: Dai nostri inviati a Glasgow: Alessandro Zappulla, Mirko Borghesi, Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, il walk around al Celtic Park: la grande notte è alle porte - FT & VD

Da Roma a Glasgow per tenere viva la rabbia agonistica necessaria a raggiungere un obiettivo. Si riparte dal secondo round disputato all'Olimpico contro l'Atalanta. Si riparte da una convinzione che sa di dogma: "Per superare un avversario bisogna correre e sudare". Celtic come, e anche di più dell'Atalanta, sarà per la Lazio un banco di prova importantissimo, sia fisico che mentale. Il Celtic Park silenzioso, si mostra sotto mentite spoglie. Il manto erboso accogliente, gli spalti deserti, eccola la cornice muta di oggi, pronta a trasformarsi nella bolgia unana dei 60 mila domani. Il walk around scivola via fra curiosità e aspettative. Torna Leiva, faro della mediana. È pronto alla battaglia. Condottiero navigato, "l'inglese acquisito" della Lazio. Lui qui, da queste parti, avverte un clima di derby, figlio di una rivalità storica fra paesi e stili di vita di cui ha assorbito per anni l'essenza. Passeggiano speranzosi al suo fianco: Lazzari, Vavro e Jony. Pensieri diversi i loro probabilmente, dal resto del gruppo. L'amore per la maglia biancoceleste come comune denominatore, ma in sé, per i nuovi arrivati, monta un sentimento di condivisa rivalsa. Chiedono spazio, cercano conferme, vogliono stupire. Caicedo e Correa fissano distrattamente le porte, mentre passeggiano vicini. Sanno di dover colpire e affondare il transatlantico nemico. Dai loro piedi e dalle loro giocate passeranno buona parte delle speranze laziali. Inzaghi sorride e inganna la tensione. Tare (rimasto nel tunnel) scruta la sua creatura a poche ore dalla sfida e chissà il Direttore cosa avrebbe dato per giocarsela in campo. La clessidra scorre. Il tempo si assottiglia. Celtic - Lazio sinonimo di Europa League che sa quasi di Champions è quasi al via. Ora resta la quiete, prima della tempesta. Le luci spente del giorno prima, lo stadio deserto che ruba la scena a staff e calciatori. Il walk around volge al disio, i sogni e le speranze quelle no. Domani ci penseranno 1500 anime laziali sugli spalti e gli uomini di Inzaghi in campo a tenerle vive. Domani sarà confronto, sarà battaglia vera, sarà Europa League e da queste parti per vincere è vietato assolutamente mollare.

CLICCA QUI PER VEDERE IL WALK AROUND DELLA LAZIO AL CELTIC PARK

CELTIC - LAZIO, LA CONFERENZA DI INZAGHI

CELTIC - LAZIO, LE PAROLE DI MILINKOVIC

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME PAGE

Pubblicato il 23-10 alle 20.35