Lazio Women, mister Seleman: "Sosta troppo lunga, ma lavoriamo bene"

14.10.2019 13:30 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Lazio Women, mister Seleman: "Sosta troppo lunga, ma lavoriamo bene"

L'allenatore della Lazio Women, Ashraf Seleman, ha parlato a Lazio Style Radio 89.3 del momento delle ragazze biancocelesti. Le aquile stanno affrontando la pausa (di circa un mese), poi tra due settimane riprenderanno il cammino in campionato: "La sosta è stata molto lunga. Nella prima parte di questo mese, quindi, abbiamo fatto una sorta di richiamo al lavoro fisico estivo. Ora stiamo preparando una gara difficile, di nuovo contro il Napoli, sperando di ottenere un risultato diverso rispetto alla partita di Coppa Italia (sconfitta per 4-1 ndr). Abbiamo valutato i nostri errori, capito i loro punti deboli e di forza. Siamo convinti che quel risultato non sia veritiero: domenica 27 sarà un'altra partita". Poi Seleman analizza i risultati delle sue ragazze: "Sulla carta il Chievo e il Napoli dovrebbero essere le due squadre candidate alla vittoria finale. Abbiamo fatto una bella partita con i gialloblu (vittoria per 1-0 in campionato ndr) e a tratti buone cose con i partenopei. Se giochiamo il nostro calcio, con la nostra voglia, possiamo mettere tutti in difficoltà. Stiamo cercando di far capire alle ragazze, viste queste prestazioni, che mettendoci la giusta determinazione possiamo fare bene. Serve fare quello scalino mentale, della consapevolezza. In 3 gare siamo sempre riusciti a segnare, il reparto offensivo sta funzionando bene. Però dobbiamo migliorare nella fase di non possessoCon 2-3 risultati buoni poi quello scatto viene in automatico. Le ragazze stanno lavorando bene, nonostante questo sia un campionato difficile, anche le neo promosse stanno dicendo la loro".

LA SOSTA E IL PROFESSIONISMO: "Stiamo cercando di recuperare Coletta e Proietti che sono state assenti a Napoli, con il loro inserimento potremmo anche cambiare modulo in base alle nostre esigenze. Se la sosta è servita? Io speravo di continuare a giocare in realtà, perché al di là della sconfitta in Campania la squadra stava facendo. Dall'altro lato abbiamo potuto recuperare delle ragazze infortunate. Era meglio una via di mezzo, cioè una sosta più corta". Poi conclude con un pensiero sul professionismo: "Noi ci alleniamo tutti i giorni, tranne il lunedì, e quando la domenica siamo in trasferta partiamo il sabato. Lavoriamo quanto i professionisti, avere un riconoscimento in tal senso sarebbe giusto. Poi però servirebbe anche modificare qualcosa anche a livello contrattuale, sia per noi allenatori che per le ragazze. Dobbiamo fare quel salto finale per diventare come gli altri paesi".

LAZIO, QUESTIONE SPONSOR DI SCOMMESSE: PARLA L'ESPERTO

LAZIO, RICORDI IN BIANCOCELESTE PER BERGODI

TORNA ALLA HOMEPAGE