Politica / Siria, corsa contro il tempo per Kobane. Di Maio chiede stop Ue a vendita di armi alla Turchia

14.10.2019 12:30 di Redazione Cronaca - LLSN   Vedi letture
Politica / Siria, corsa contro il tempo per Kobane. Di Maio chiede stop Ue a vendita di armi alla Turchia

Si tratta di una corsa contro il tempo quella che in queste ore stanno sostenendo le forze siriane e turche per arrivare per primi a Kobane, città simbolo della resistenza curda contro le milizie dell'Isis. I curdi, sentitisi traditi dagli Stati Uniti e in generale dall'occidente, si sono rivolti alla Siria e hanno ottenuto l'appoggio di Assad anche e soprattutto grazie alla mediazione di Putin, che resta però anche un interlocutore di Erdogan. Dal canto suo, il presidente turco afferma che la posizione della Russia non sarà un problema a Kobane e spinge le proprie truppe in direzione della città: nelle ultime ore carri armati e militari della Turchia sono entrati nel nord della Siria a ovest del fiume Eufrate, mentre le prime truppe siriane sono entrate questa mattina a Tal Tamr, cittadina a una ventina di chilometri dal confine turco.

DI MAIO A LUSSEMBURGO - Nel frattempo, il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha raggiunto il Consiglio Affari Esteri dell'Unione Europea a Lussemburgo, dove intende "chiedere a nome dell'Italia di assumere ogni misura possibile affinché la Turchia fermi la sua offensiva in Siria contro il popolo curdo, incluso un blocco europeo dell'export di armi verso Ankara". Diverse le critiche all'esecutivo italiano, dal momento che altri Paesi come Francia e Germania hanno già provveduto a bloccare la vendita di armi alla Turchia a livello nazionale mentre in Italia una simile misura è stata finora solo annunciata dallo stesso Di Maio, dal premier Conte e dal Partito Democratico.