Suarez, l'esame di italiano è una truffa, il comunicato dell'Università di Perugia

A Perugia l'attaccante uruguaiano ha svolto l'esame di italiano per ottenere la cittadinanza, ma ci sarebbe una truffa dietro
22.09.2020 14:00 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Tommaso Marsili
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Suarez, l'esame di italiano è una truffa, il comunicato dell'Università di Perugia

AGGIORNAMENTO ORE 14:00 - L'Università per Stranieri di Perugia prova a spegnere il fuoco acceso dopo il caos generato dalle intercettazioni riguardanti Luis Suarez. Questo il comunicato: "In relazione agli accertamenti in corso l'Università per Stranieri di Perugia ribadisce la correttezza e la trasparenza delle procedure seguite per l'esame sostenuto dal calciatore Luis Suarez e confida che ciò emergerà con chiarezza al termine delle verifiche in corso".

AGGIORNAMENTO 13:20 - Nuove importanti novità sono emerse riguardo l'esame della stella del Barcellona: sono emerse le intercettazioni dei vertici dell'Università per stranieri di Perugia. La verità sta venendo a galla. Suarez non avrebbe dovuto passare il test perché, a detta degli intercettati, "non coniuga i verbi, parla all’infinito...". C'è di più, pare che tutti fossero al corrente dell'imbroglio: "Metti tutti 3, tanto ho sentito la rettrice ieri, linea è quella". Il decreto di perquisizione rivela ulteriori dialoghi. “Comunque, allora, tornando seri - dice un interlocutore all’indagata Spina - hai una grande responsabilità perché se lo bocciate ci fanno gli attentati terroristici”. E Spina: “Ma te pare che lo bocciamo! Oggi ho chiamato Lorenzo Rocca che gli ha fatto la simulazione dell’esame e abbiamo praticamente concordato quello che gli farà l’esame! Oggi c’ho l’ultima lezione e me la devo preparare perché non spiccica na parola”. L’interlocutore: “E che livello dovrebbe passare questo ragazzo... B1?”. E Spina: Non dovrebbe, deve, passerà perché con 10 milioni a stagione di stipendio non glielo puoi far saltare perché non ha il B1”. Il vaso di Pandora si sta scoperchiando e sta uscendo soltanto tutto il marciume nascosto fino ad ora.

Pochi giorni fa Luis Suarez è venuto in Italia, precisamente a Perugia, per svolgere il suo esame d'italiano utile per ottenere la cittadinanza. L'uruguaiano ha superato il test senza troppe complicazioni, ma ciò che è emerso nella mattinata di oggi ha dell'incredibile: gli argomenti delle domande sarebbero stati pattuiti prima e il voto finale sarebbe stato stabilito ancor prima di iniziare l'esame. Come riportato dall'ANSA, la Guardia di Finanza avrebbe già acquisito la documentazione nell'università umbra ed emesso una serie di avvisi di garanzia. Al più presto si scoprirà se la truffa è avvenuta o meno.