Calciomercato Lazio, gioiello in vetrina: anche il Bayern pensa a Luiz Felipe

Il club bavarese è alla ricerca di un paio di difensori centrali per la prossima stagione e il brasiliano della Lazio è entrato nei radar
26.03.2020 07:25 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
Calciomercato Lazio, gioiello in vetrina: anche il Bayern pensa a Luiz Felipe

Si sa, l’Italia è patria di difensori e chi ne cerca di affidabili spesso guarda con interesse alla Serie A, torneo che più di ogni altro addestra chi di mestiere deve marcare un attaccante. Fare bene nel campionato italiano è un biglietto da visita importante e se dalla tua c’è anche l’età e la prospettiva, allora ecco che puoi diventare obiettivo dei migliori club d’Europa. Non è un caso, dunque, che su Luiz Felipe si stiano accedendo diversi riflettori e che quelle a premere hanno premere l’interruttore siano tutte società di alto lignaggio. Il Barcellona c’è, non è più un mistero, ha inserito il brasiliano nella propria lista della spesa e potrebbe presto bussare alla porta della Lazio e dell’agente del giocatore. Il Barça deve rifondare la difesa, Piqué ha compiuto 33 anni, resta il cardine della retroguardia blaugrana, ma il futuro va comunque costruito: Umtiti è in uscita, Lenglet rimarrà e quindi servono un paio di innesti. Il primo obiettivo è Laporte, ma Guardiola non vorrebbe privarsi del centrale francese e il City parte da una base d’asta di 80 milioni. Poi occhio a Pau Torres del Villarreal e proprio a Luiz Felipe che in Catalogna piace per il suo senso tattico, la sua velocità e la capacità di giocare bene il pallone. Per ora i blaugrana non hanno accelerato, non hanno approfondito i discorsi, ma la valutazione della Lazio (40 milioni) non spaventa. Ma su Luiz Felipe non c’è solo il Barcellona. Altri grandi club si sono mossi, da diverse parti d’Europa e qualche telefonata è partita anche dalla Baviera. 

SIRENE TEDESCHE - Il Bayern, come il Barça, cerca difensori centrali, è il grande tallone d’Achille della squadra di Flick. I tedeschi, causa gli infortuni di Sule e anche di Lucas Hernandez (a volte utilizzato come centrale), hanno dovuto rispolverare Boateng che nei piani societari non era più prioritario. Anzi, era ormai a tutti gli effetti un esubero e di fatto lo resta, tanto che in estate verrà ceduto. Il Bayern guarda con occhio attento in Italia per rifondare il proprio reparto arretrato e ha messo nel mirino anche Luiz Felipe, perché risponde perfettamente a quello che è il progetto tecnico dei dirigenti bavaresi: costruire una squadra che sia competitiva investendo, però, preferibilmente su giocatori giovani e di talento, che possano garantire nel tempo una continuità tecnica al club. Il Bayern ha fatto alcuni sondaggi tramite intermediari, ma come il Barcellona non si può parlare di trattative avviate, anche perché l’emergenza coronavirus ha messo in stand by molte idee di mercato. Interesse reale, ma in al momento congelato. In attesa di sviluppi su come il calcio possa uscire dal tunnel in cui è finito. 

RINNOVO - La Lazio dal canto suo sa di avere tra le mani un giocatore importante, un patrimonio tecnico rilevante e vorrebbe arrivare a blindare Luiz Felipe facendogli firmare il rinnovo. L’attuale contratto del centrale scade nel 2022, non abbastanza da far scattare l’allarme, ma nemmeno un aspetto da sottovalutare. L’interessamento di società come Barcellona e Bayern lusingano, l’ha spiegato nei giorni scorsi anche il procuratore del giocatore. Ma la Lazio non è una ruota di scorta, ha le sue carte da giocarsi e infatti gli agenti del brasiliano hanno aperto alla possibilità di prolungare, di rimanere a Roma e continuare l’avventura in biancoceleste, ma un accordo definitivo ancora non c’è. Luiz Felipe guadagna circa 800 mila euro, Lotito ha offerto il doppio, ma non c’è stata ancora la fumata bianca, serviranno altri colloqui e probabilmente un ritocco verso l’alto dell’offerta per garantirsi la firma e la possibilità di andare sul mercato in una posizione di maggior forza. Luiz Felipe rimarrebbe comunque un obiettivo di club blasonati: giovane, di talento e cresciuto nella vecchia scuola italica. Le referenze non possono che far gola. Ma la Lazio non vuole lasciare spazio di manovra alle pretendenti e nelle prossime settimane spera di arrivare all'agognato rinnovo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Pubblicato il 25-03 alle 18.00