Banfi scherza: "Lotito? Vedeva la Roma con me. Poi..."

L'attore pugliese, noto tifoso giallorosso, ha raccontato le volte in cui andava all'Olimpico e al suo fianco c'era il presidente della Lazio
10.04.2021 13:15 di Tommaso Marsili Twitter:    Vedi letture
Fonte: gazzetta.it
Banfi scherza: "Lotito? Vedeva la Roma con me. Poi..."

"Sì, quando ancora non era il presidente della Lazio veniva a vedere la Roma". Così Lino Banfi ha raccontato l'inizio dell'amicizia tra lui e Claudio Lotito, patron della Lazio. Questo feeling ha portato poi il presidente biancoceleste a prendere parte al film "L'Allenatore nel Pallone 2". A Gazzetta.it l'attore ha spiegato: "Sì, dello stadio ho ricordi bellissimi. Ricordo quando portai mia moglie e mio figlio per la prima volta all’Olimpico. Lucia mi disse: “Se urlate non vengo più”. E invece dopo due partite era lei che si alzava e si incazzava. Ho dovuto dirgli ‘stai buona che ci riprendono e mi fai fare brutta figura’. Pensi che avevamo il posto vicino a Lotito…Ricordo che si sedeva sempre vicino a noi questo signore che ce l’aveva con gli arbitri. Poi chiesi: ‘Ma chi è?’. Mi dissero che aveva un’impresa di pulizie e che si chiamava Claudio Lotito. Ogni volta pensavo ‘mamma mia, ma sempre vicino a questo dobbiamo stare?’. Poi col tempo siamo diventati amici ed è venuto anche a recitare una parte nell’Allenatore nel Pallone 2. 

LA NASCITA DEI LATINISMI - "Non lo so se veniva a gufare o a vedere la Roma. Ma posso dire che era romanista perché quando la Roma segnava lo vedevo: era felice. E poi gli è servito essere tifoso della Roma perché a forza di stare vicino a me e a Carlo Verdone - che siamo plurilaureati e abbiamo insegnato latino in tutte le scuole d’Italia - ha imparato i latinismi. Io e Carlo urlavamo agli arbitri ‘stronzus’, ‘stronzorum’ e allora piano piano Lotito ha appreso"