Lazio, ag. Palombi: "Cresciuto molto a Lecce. Futuro? Gli serve continuità"

22.05.2019 09:40 di Valerio De Benedetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lazio, ag. Palombi: "Cresciuto molto a Lecce. Futuro? Gli serve continuità"

Una stagione da favola quella del Lecce, tornato in Serie A grazie a una doppia promozione che in due anni ha visto i pugliesi passare dalla Serie C alla massima categoria. Un Lecce dove c'è anche un po' di Lazio, a partire dal tecnico Fabio Liverani per arrivare all'attaccante di proprietà biancoceleste Simone Palombi, autore di 8 reti in campionato e 1 in Coppa Italia. Per parlare del suo futuro, ai microfoni di Radiosei è intervenuto il suo procuratore Andrea Manfredonia: "Stagione positiva, non succede spesso di ottenere una promozione così. Simone è stato determinante in tantissime occasioni. Nel girone di ritorno ha avuto un problema alla caviglia che lo ha frenato, però tutto sommato siamo molto contenti. Torna un giocatore cresciuto e migliorato da tutti i punti di vista. La crescita è sotto gli occhi di tutti, la Lazio lo segue molto. Ci siamo sentiti con Tare e sono molto contenti di quanto ha fatto a Lecce. Anche alla Ternana fece un grande campionato. Il valore del ragazzo è sicuramente cresciuto e aumentato". 

LA FORMULA E IL FUTURO - "Simone è in prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Potrebbe anche continuare a Lecce in Serie A, però bisogna capire come gestire la situazione contrattuale. Le cifre? Sono cifre molto più basse rispetto all’attuale valutazione del ragazzo. La Lazio non se lo farà sfuggire, ma poi bisognerà capire cosa sarà meglio per il suo percorso di crescita. Spazio alla Lazio? Dopo una stagione del genere deve cavalcare l’onda positiva e proseguire quanto fatto quest’anno. Deve avere continuità, che sia alla Lazio o in un altro club. Bisogna capire anche se ci saranno cambiamenti alla Lazio o al Lecce. La cosa importante è che lui possa continuare a crescere".

PRIMAVERA – "Alla Lazio ho Cerbara, Scaffidi e Falbo. Ragazzi straordinari che hanno centrato l’obiettivo promozione. Non era facile nonostante fosse l’obiettivo minimo. Bisogna fare i complimenti a tutti. Ora si tornerà su palcoscenici più competitivi, la Lazio dovrà rinforzarsi perché la differenza con il campionato Primavera 1 è importante. Loro rimangono? Si, sono due 2001 e un 2000 (Falbo ndr.). Possono giocare ben cinque 2000 in Primavera dalla prossima stagione, quindi c’è possibilità. Sono stati protagonisti di questa cavalcata. La società è soddisfatta, ora devono alzare l’asticella". 

CAPANNI – “Lui è un giocatore interessante con ampi margini di miglioramento. Quest’anno ha fatto vedere solo in parte le sue qualità. Ha fatto registrare comunque buoni numeri, nonostante il livello del campionato sia basso. Si è trovato subito a suo agio, non era facile arrivare dal Brasile e imporsi così. Lui nasce trequartista-mezzala, poi Bonacina ha visto delle caratteristiche diverse in lui, più offensive, ed è stata una scelta vincente”.

IL FUTURO DELLA LAZIO - "Un gruppo da saper gestire quello della Lazio. Servirà un allenatore con carattere idee e un calcio propositivo. Da Mihajlovic a Giampaolo passando per Liverani che ha fatto benissimo a Lecce, ci sono tante possibilità se Inzaghi decidesse di sposare un progetto più ambizioso".

 

CATALDI TRANQUILLIZZA I TIFOSI SU MILINKOVIC

PORTE APERTE A FORMELLO

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOMEPAGE