Lazio, Brambati: "Difenderò Sarri se rimarrà se stesso"

Sarri sarà il nuovo comandante della Lazio e su di lui ci sono grandi aspettative, ma anche molteplici domande su come verrà sviluppatio il suo progetto.
25.06.2021 07:05 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Ludovica Lamboglia - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Lorenzo Marucci
Lazio, Brambati: "Difenderò Sarri se rimarrà se stesso"

La Lazio scalpita per l'arrivo di Sarri. L'annuncio del "comandante" come nuovo allenatore ha subito riempito i cuori dei tifosi, dopo il triste addio di Simone Inzaghi. Mancano sempre meno giorni all'inizio del ritiro estivo che si svolgerà a partire dal 10 luglio, anche quest'anno, ad Auronzo di Cadore. Le domande su quel che verrà, con l'ex Juventus alla guida, sono molteplici. Lo confermano le parole Massimo Brambati, intervenuto ai microfoni di TMW Radio: "Cosa chiederei a Mourinho e Sarri? Devono andare in Champions, l'obiettivo è quello. A Sarri poi direi che lo difenderò affinchè sia se stesso, invece di cambiare come ha fatto alla Juventus, dove si è snaturalizzato. Deve tornare integralista".

LODI A MANCINI - L'ex giocatore e procuratore ha parlato anche di Roberto Mancini:"Tante lodi a Mancini, ma spero ci siano anche se dovesse perdere con l'Austria. Sono tutti pronti a sostenere la stessa cosa dopo un ko? Io sì, perché Mancini ha fatto un lavoro importante, ma sono anche pronto a capire se dovesse interrompersi prima l'avventura. Credo che comunque possa arrivare a frutto tra due anni. Per me questa Italia se la gioca contro tutte, anche con le top, ma con tutte puoi perdere. Spero che comunque si comprenda il lavoro fatto da Mancini, che è stato straordinario. Una partita non può incidere sul grande lavoro fatto dal ct".

Pubblicato 24/06

TORNA ALL'HOME PAGE

Italia, Verratti: "Contro l'Austria una gara difficilissima. Mancini? Ci siamo sentiti..."

Italia, la "tortura" continua: Insigne e l'ennesimo scherzo a Immobile - VIDEO