Lazio, Garlini: “Milinkovic va ceduto bene. Luis Alberto deve restare"

L'ex attaccante biancoceleste, Oliviero Garlini, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio. Ecco le sue parole sul mercato della Lazio.
26.06.2019 11:40 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, Garlini: “Milinkovic va ceduto bene. Luis Alberto deve restare"

Siamo alle porte del calciomercato, l'argomento che sarà d'attualità da qui ai prossimi 2 mesi. Ovviamente, il mondo Lazio non fa eccezione e proprio di questo ha parlato a Lazio Style Radio 89.3 l'ex attaccante biancoceleste Oliviero Garlini. Ecco le sue parole: “Milinkovic è un giocatore importante per la Lazio, ma è difficile che possa rimanere. Ci sono squadre che gli garantiranno qualcosa di più a livello economico, bisogna vedere se Lotito avrà la forza di trattenerlo. Comunque sono sicuro che verrà ceduto solo per una grossa cifra, di solito il patron biancoceleste non fa sconti, poi con un incasso importante si potrà prendere qualcuno in grado di sostituirlo al meglio. Kean come contropartita per Sergej? Non sarebbe male, ma non è facile gestirlo. È più importante rinforzare la fase difensiva con un altro centrale, secondo me. A centrocampo credo che almeno Luis Alberto dovrà restare”.

GLI ATTACCANTI: “Per comprare un attaccante la Lazio dovrà capire se giocherà ancora con una punta, o magari mettendo un altro centravanti vero di fianco a Immobile. Petagna? È un buon giocatore, ma è un po' un'incognita: è forte fisicamente e sa far salire la squadra, ma non può garantire tanti gol a stagione, nonostante l'ultima ottima annata. È un ragazzo giovane che sa mettere in difficoltà la difesa avversaria e va tenuto in considerazione, ma un suo arrivo a Roma non lo vedo molto probabile. Correa invece è il giocatore che ha dato qualcosa in più a questa squadra. È riuscito a fare ciò che in pochi si sarebbero aspettati, ora è diventato importantissimo per la Lazio. Se riesce a trovare un compagno in attacco con cui fare l'uno-due diventa devastante. Nel ruolo in cui ha giocato quest'anno ha resto tantissimo, secondo me potrebbe anche giocare come esterno in un attacco a 3 perché è uno che ama tagliare verso l'interno”.

LAZIO, YAZICI PER IL DOPO MILINKOVIC

SUPERCOPPA, SI VA VERSO L'ARABIA

TORNA ALLA HOMEPAGE