Lazio, Giannichedda: “Ecco come si batte la Juventus…”

Giuliano Giannichedda, in campo sedici anni fa nell'ultima vittoria della Lazio contro la Juventus in campionato all'Olimpico, sulla sfida di sabato.
06.12.2019 09:00 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Elena Bravetti - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
Lazio, Giannichedda: “Ecco come si batte la Juventus…”

In casa Lazio rimane da sfatare un tabù relativo alle gare contro la Juventus. Dal dicembre 2003 i biancocelesti non ottengono i tre punti in partite di campionato giocate all’Olimpico contro la ‘Vecchia Signora’. Sedici anni fa, tra i giocatori che portarono i capitolini alla vittoria, c’era Giuliano Giannichedda, punto di riferimento del centrocampo di Roberto Mancini. L’ex Lazio si è espresso sulle colonne di Leggo sulla sfida di sabato sera: “Come si batte la Juventus? Facendole un gol in più. Scherzi a parte, i bianconeri sono una corazzata e serve una Lazio unita e consapevole di poterlo fare. Oltre un pizzico di fortuna. Rischi maggiori? La sfortuna, se così si può chiamare, sta nel fatto che la Juve ha sbagliato l’ultima sfida, quella col Sassuolo. Difficile, per tradizione, che accada due volte di seguito: saranno parecchio arrabbiati". Tuttavia, nel caso arrivasse la vittoria si darebbe un segnale forte alle inseguitrici, le squadre che lottano per il piazzamento Champions. 

EUROPA - Il classe '74 si è soffermato anche sul mercato biancoceleste, che ha giudicato mirato, poiché anche le seconde linee, quando sono chiamate in causa, riescono a dare il proprio contributo. Nonostante ciò, è inevitabile una flessione quando si compete per due tornei: "Quando giochi giovedì e poi domenica, di sicuro, non puoi essere al massimo. In Europa, poi, si viaggia ad una velocità maggiore". Infine, secondo l'ex calciatore tanti meriti sono da attribuire a Simone Inzaghi, vero protagonista della svolta in casa Lazio: "Fa sentire tutti importanti e dentro al progetto. Immobile? Ciro i gol li ha sempre fatti, è un trascinatore. Non si ferma mai e stimola i compagni a dare il massimo. Inoltre, da Luis Alberto a Milinkovic passando per Correa, tutti stanno giocando meglio e, di conseguenza, si è alzato anche il suo livello". 

Figc, Gravina: “Il calcio eccellenza italiana. Var? Non si torna indietro…”

Lazio, Immobile fa per tre: più gol lui di CR7, Higuain e Dybala

TORNA ALLA HOMEPAGE