Lazio, Inzaghi: "Fabbri ha indirizzato la partita, un rigore così non puoi darlo in 3 secondi"

Le parole del tecnico biancoceleste al termine di Inter-Lazio: "Doveva andare al Var, ci sta darlo ma non così in fretta".
15.02.2021 07:00 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio, Inzaghi: "Fabbri ha indirizzato la partita, un rigore così non puoi darlo in 3 secondi"

Nel post partita di Inter-Lazio Inzaghi ha commentato a Sky la partita: "C’è rammarico, potevamo ottenere di più. Sapevamo che l’Inter poteva fare questa gara, abbiamo tenuto campo e possesso, abbiamo fatto il doppio dei passaggi e poi perdi 3-1. Ci siamo innervositi troppo, capita di subire un rigore così, ma dovevamo continuare a giocare. Loro sono stati bravi a difendersi bassi, poi ho messo fisicità e una volta riaperta non dovevamo prendere il 3-1. La squadra ha fatto una buona gara. Il doppio cambio Leiva-Hoedt? Hoedt era ammonito, non volevo rimanere in dieci. Leiva volevo dargli un cambio, Escalante ha fatto la sua gara come tutta la Lazio. Lukaku? Tutta la settimana l’avevo provata con Acerbi, poi Radu ko mi ha cambiato i piani. Lì volevo un mancino di piede e quindi Acerbi l’ho messo a sinistra. Non potevamo non giocare, rinchiuderci nella metà campo non era il nostro piano. Hoedt e Parolo hanno fatto una buona gara, è normale concedere a uno come Lukaku. Bisogna fargli i complimenti così come a tutta la squadra, i ragazzi sono delusi. Il rigore? L’ho rivisto, l’arbitro è andato deciso e invece a rivederlo fai fatica. È stato troppo deciso a indirizzare la partita dopo 25’. C’è stato un consulto, però i ragazzi non l’hanno accettato e gli ho spiegato che rivedendolo dopo dieci volte, e non come ha fatto Fabbri in tre secondi, puoi darlo. Doveva andare al Var. Il rigore ha indirizzato una partita che stavamo dominando. Andiamo avanti adesso e pensiamo alla prossima. Ho deciso di impostare una partita di dominio per tenere Lukaku e Lautaro lontani, abbiamo approcciato bene ma il rigore ci ha tolto la lucidità".

Il tecnico biancoceleste è intervenuto, nel post gara, anche ai microfoni di Lazio Style Radio: “Gli equilibri di questa partita l’ha spostati il rigore, i ragazzi pensavano fosse un’ingiustizia. Se lo vedi dieci volte magari puoi darlo, non in quattro secondi. Abbiamo faticato a reagire ma una volta segnato il 2-1 non dovevamo prendere il terzo gol subito. Le gare a volte sono indirizzate dagli episodi, oggi abbiamo fatto meglio della gara d’andata dove abbiamo pareggiato. I due gol dell’Inter, il rigore e poi il secondo gol dove un piede tiene in gioco Lukaku, l’hanno indirizzata. Andiamo via con il 60% in più di possesso palla però con un 3-1 per l’Inter, troppo duro per noi e per quello che si è visto al Meazza. Ai ragazzi dirò che dobbiamo essere orgogliosi di come abbiamo tenuto il campo, il campionato è lungo mancano sedici partite, dovremo essere bravi a continuare sulla nostra strada e a recuperare nel migliore die modi. Poi successivamente penseremo alla gara contro il Bayern Monaco. La classifica davanti è corta quindi dovremo cercare di tornare a vincere al più presto”.

Pubblicato il 14/02