Roma - Napoli, partita sospesa per cori discriminatori

Al minuto 68' di Roma - Napoli, l'arbitro Rocchi ha deciso di sospendere la partita per cori di discriminazione territoriale e razzisti.
02.11.2019 16:30 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Roma - Napoli, partita sospesa per cori discriminatori

Minuto 68': Roma - Napoli è ferma sul 2-0. Risultato che sorride ai giallorossi, e che dovrebbe tranquillizzare anche i tifosi romanisti sugli spalti dell'Olimpico. Non è così, perché l'arbitro Rocchi ha deciso di sospendere la partita (per due minuti ndr) per cori di discriminazione territoriale nei confronti di Napoli e dei napoletani, oltre che per cori razzisti verso Koulibaly (il senegalese è stato inquadrato mentre si rivolgeva alla Curva Sud ndr). Solo qualche minuto prima era arrivato l'avviso dello speaker che annunciava la possibile sospensione del match in caso di reiterazione di tali comportamenti, ma non è servito a nulla. Ora la gara è ripresa con il Napoli che, per la cronaca, ha anche accorciato le distanze pochi istanti dopo il (nuovo) fischio d'inizio.

MILAN - LAZIO, INZAGHI IN CONFERENZA STAMPA

LAZIO, LE ULTIME DA FORMELLO

TORNA ALLA HOMEPAGE